Caricamento in corso...
06 dicembre 2009

Kakà: al Real non riusciamo a divertirci. Pato: io invece sì

print-icon
kak

Kakà duella con Ambrosini nell'ultimo match di Champions contro il Milan

L'ex rossonero si confessa alla vigilia del match di Champions contro il Marsiglia, che lui comunque salterà: "Non è facile creare una squadra". Il brasiliano del Milan invece è di diverso parere. TUTTI I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

TUTTI I GOL DEL REAL IN CHAMPIONS LEAGUE

LE FOTO DELL'ARRIVO DI KAKA' AL REAL

GUARDA I GOL DI MILAN-SAMPDORIA

"Al Real stiamo cercando un'identità di gioco. Ma non è facile, non riusciamo a divertirci e ci dispiace". Lo ha detto Kakà nel corso dell'intervista andata in onda nel programma "Quelli che il calcio...". "Non è facile creare una squadra, non basta prendere solo i giocatori - ha detto ancora l'ex milanista -. Il Barcellona gioca insieme da tanti anni, noi abbiamo otto-nove giocatori nuovi e per creare un gruppo ci vuole un po' di tempo".

Intanto il nome di Kakà è stato anche depennato dalla lista dei convocati del Real Madrid per la partita di Champions League contro il Marsiglia: il brasiliano, ha fatto sapere lo staff sanitario del club 'merengue', soffre di pubalgia e ha bisogno "di sottoporsi a trattamento specifico, medico e fisioterapico".

Ma Pato si diverte eccome -
Ma se Kakà si sta divertendo poco, ben diverso è il momento al Milan di Alexandre Pato, che ieri ha segnato il suo 7° gol in campionato. Nel nuovo modulo di Leonardo il giovane brasiliano non ha problemi di posizione in campo: "In questo Milan non fa differenza, io voglio solo giocare e se lo faccio a sinistra o a destra non cambia nulla. In questo Milan - spiega a Milan Channel - mi diverto e sono felice". Il segreto della rinascita rossonera? "E' un grande gruppo: siamo tutti molto legati. Quando arrivai al Milan mi dissero che entravo in una grande famiglia e oggi posso realmente dire che tutto questo è vero. Siamo uniti e - continua - formiamo una grande squadra e abbiamo tutti voglia di dare qualcosa".

L'esempio di questa mentalità è Luca Antonini, che - sottolinea Pato - "contro la Samp ha fatto una grandissima partita: a inizio stagione aveva sofferto, adesso deve darci una mano anche contro lo Zurigo. In Svizzera giochiamo una partita fondamentale, ma sono sicuro che questo gruppo parta per vincere e con la voglia di fare una grande prestazione". Un fattore importante nella crescita del Milan è anche l'allenatore. "Leonardo ci aveva spiegato bene come affrontare la Sampdoria, consigliandoci di giocare larghi vicino alla linea laterale - racconta il Pato -. Ci siamo allenati benissimo per tutta la settimana e nella partita abbiamo raccolto i frutti del nostro lavoro".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky