13 dicembre 2009

Van Persie ko: l'Arsenal chiede un risarcimento all'Olanda

print-icon
chi

Chiellini e Van Persie nel corso dell'amichevole del 14 novembre tra Italia e Olanda

I Gunners non accettano che il loro attaccante sia fuori uso fino ad aprile a causa di un'amichevole internazionale. Wenger è furibondo perché ritiene che la federazione olandese non abbia valutato correttamente le condizioni del giocatore sin dall'inizio

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

L'Arsenal farà causa alla federcalcio olandese e chiederà i danni per l'infortunio che Robin Van Persie, attaccante dei gunners, ha subito nell'amichevole che la nazionale arancione ha disputato il 14 novembre a Pescara contro l'Italia.

Van Persie ha riportato una lesione alla caviglia e potrà tornare in campo solo ad aprile 2010. "Stiamo lavorando con i nostri avvocati e lo faremo senz'altro", dice Arsene Wenger, manager dell'Arsenal, riferendosi all'azione legale che il club londinese intraprenderà. "Mi aspetto un risarcimento per il danno subito e per l'ingaggio del calciatore. E' frustrante perdere giocatori in un'amichevole per il resto della stagione", aggiunge come riferisce la stampa inglese.

Wenger è furibondo perché ritiene che la KNVB non abbia valutato correttamente le condizioni del giocatore sin dall'inizio. "In un primo momento, la federazione olandese ha detto che si  trattava di un piccolo problema. Robin mi ha chiamato per andare a  farsi visitare da un medico serbo, a quanto pare in grado di fare miracoli, e per me andava bene. Solo quando è tornato qui ci siamo resi conto che i danni erano nettamente peggiori", dice Wenger. "In Olanda c'e' un conflitto tra il medico della nazionale e quello che ha operato Robin. Molte cose non sono state fatte correttamente in questa vicenda dopo l'infortunio", spiega.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky