Caricamento in corso...
21 dicembre 2009

Messi fa suo il Fifa World Player. Ma in patria lo criticano

print-icon
bla

Il FIFA WORLD PLAYER 2009 nelle mani di Leo Messi

Ennesimo riconoscimento per il fuoriclasse blaugrana, ma a rovinare il momento della grande stella della nazionale argentina sono i connazionali che lo accusano di tradimento per il gol contro l'Estudiantes. LE GALLERY: MESSI PREMIATO, BARCELLONA MONDIALE

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

MESSI VINCE IL FIFA WORLD PLAYER

BARCELLONA CAMPIONE D'EUROPA A ROMA

Leo Messi ha vinto il Fifa World Player 2009. La stella argentina del Barcellona è stato nominato  'giocatore dell'anno' in occasione della serata di gala della Federcalcio internazionale in corso di svolgimento a Zurigo. Il vincitore è stato scelto dai commissari tecnici e dai capitani delle nazionali. Per Messi è il secondo prestigioso riconoscimento individuale conquistato quest'anno dopo il Pallone d'Oro, messo in palio dalla rivista France Football. Il calciatore argentino succede a Cristiano Ronaldo, oggi al Real Madrid, nell'albo d'oro del Fifa World Player.

Messi realizza la 'doppietta' dopo un anno magico con il Barcellona: la 'pulce' ha contribuito alla vittoria dei 'blaugrana' in Liga, Coppa del Re, Champions League, Supercoppa europea, Supercoppa di Spagna e Mondiale per Club. Prima della consegna del premio al calciatore argentino, un riconoscimento è stato assegnato alla Regia Rania di Giordania per la campagna globale '1Goal'. Parlando all'assemblea la regina si è detta "orgogliosa di lavorare con voi calciatori, eroi per i bambini di  tutto il mondo: questo è il potere del football".


E' l'eroe coccolato del Camp Nou, ma ad amareggiare il dolce momento della grande stella della nazionale argentina, Leo Messi, sono proprio i tifosi albicelesti, che lo accusano di alto tradimento. Semplicemente, non lo considerano uno di loro, non gli perdonano quel colpo al cuore, quel gol decisivo nella finale contro Estudiantes de La Plata ad Abu Dhabi, che ha regalato al Barcellona il sesto titolo mondiale in un anno memorabile e lasciato gli argentini a bocca asciutta.

E quelle scritte e i cori intonati a Buenos Aires contro la pulce hanno lasciato il segno. "Mi fa rabbia che dicano che non sento i colori albicelesti. Non c'è nulla di più al mondo che mi addolori di più che mi dicano che non sono argentino: che ne sanno dei miei sentimenti?", confessa Messi in una lunga intervista a El Pais.

Il numero 10 non sarà domani sera al Camp Nou nell'incontro amichevole fra la nazionale argentina e la selezione della Catalogna allenata da Cruyff, come deciso di comune accordo col tecnico Maradona. Dopo 4 mesi molto intensi, fra i problemi vissuti nella nazionale e la pressione sopportata, il campione argentino ha bisogno di riposo. E la prospettiva di volare in vacanza a Rosario, dopo la premiazione di gala della Fifa, di certo lo toglie dall'imbarazzo.

"La vita mi ha portato a Barcellona - osserva - ma da bambino sognavo solo di indossare la albiceleste. Nulla mi dà più gioia. Penso come un argentino e vivo in Catalogna, ma mi sento molto argentino", assicura. Ricorda che fu molto duro per lui e per la sua famiglia lasciare il paese quando aveva solo 12 anni, e le lacrime versate in solitudine e silenzio. "Per me è difficile - sottolinea la Pulce - parlare di sentimenti. Per cui come vengono a dirmi quello che sento? Non mi importa che mi chiamino il catalano, ma mi fa rabbia che pensino che non sono argentino". Anche nella sfida di domani con la selezione della Catalogna, la pulce incoronata col Fifa World Player non dubita da che parte stare: "Con l'Argentina!", risponde d'istinto. Ma aggiunge: "Poi, che la Catalogna vinca sempre!".

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky