11 gennaio 2010

Togo, Obilalè fuori pericolo. Arrestati 2 ribelli

print-icon
hig

Due persone sono state arrestate in Angola a seguito del tragico assalto all'autobus del Togo di venerdì

Migliorano le condizioni del portiere di riserva della nazionale. Intanto la polizia angolana ha arrestato 2 uomini, membri del Fnec, per l'attacco armato di venerdì al bus della Nazionale togolese. Lippi: "Quando ti sparano addosso è giusto andarsene"

AGGUATO AL TOGO: LA FOTOGALLERY

Obilalè fuori pericolo - Kodjovi Obilalè, il portiere di riserva del Togo gravemente ferito nell'agguato armato di venerdì scorso nell'enclave di Cabinda, è "completamente fuori pericolo". Ad affermarlo è Ken Boffard, uno dei chirurghi che hanno operato il giocatore sabato scorso al Milpark Hospital di  Johannesburg. Obilalè ha riportato ferite alla schiena e all'addome. "L'equipe medica è soddisfatta dei progressi fatti da Obilalè, che tuttavia è ancora in terapia intensiva", ha proseguito Boffard. Nei prossimi giorni i medici seguiranno con attenzione l'evolversi della situazione e soprattutto vigileranno sul rischio di possibili infezioni. Boffard ha anche specificato che il proiettile non è stato estratto dal corpo del giocatore. In un comunicato emesso dalla clinica di Johannesburg, si rende noto che le condizioni di Obilalè "si sono stabilizzate". E' ancora presto per dire se e quando il giocatore, che milita nel club francese del Pontivy, potrà tornare in campo.

Arrestati due ribelli
- La polizia dell'Angola ha arrestato due persone nell'enclave di Cabinda per l'attacco armato di ribelli venerdì al pullman della squadra nazionale di calcio del Togo. Nell'attacco sono morte tre persone: l'autista del pullman e due membri non giocatori della squadra. Lo rivela la radio nazionale angolana.
Il procuratore di Cabinda, Antonio Nito, ha detto che le due persone sospette arrestate sono ribelli del Flec (Fronte di liberazione dell'enclave di Cabinda), organizzazione armata separatista che da 30 anni combatte il governo angolano. "I due membri del Flec sono stati catturati sulla scena del crimine, la strada per Massabi che collega i due Paesi (Angola e Congo, ndr)", ha detto il magistrato angolano. Il pullman della nazionale togolese, che intendeva partecipare alla Coppa d'Africa di calcio per nazioni, venerdì era appena entrato nell'enclave angolana dalla Repubblica del Congo quando è stato bersagliato dal fuoco a raffica dei ribelli per diversi minuti, secondo la testimonianza dei sopravissuti. Ieri la squadra è rientrata in patria su ordine del governo di Lomé.

Orgoglio angolano - La Coppa d'Africa per Nazioni, iniziata ieri in Angola, contribuirà al rafforzamento dei rapporti tra i popoli africani. Lo ha detto il presidente angolano, Eduardo Dos Santos, durante la cerimonia di apertura a Luanda della competizione continentale. "Questo appuntamento", ha affermato, "permetterà di unire gli sforzi per la costruzione di un mondo in pace, della democrazia, per lo sviluppo e il progresso sociale". Dos Santos ha augurato a tutte le nazionali di calcio di affrontarsi nel rispetto reciproco contribuendo così"a dare al calcio tutta la magia che è propria dello sport più popolare al mondo".

Parla Lippi - "Condivido la decisione del Togo. Quando ti sparano addosso, è giusto andare a casa". Marcello Lippi, ct della Nazionale, risponde cosi' alle domande sulla decisione della federazione togolese, che ha ritirato la squadra dalla Coppa  d'Africa dopo l'agguato armato subito dal team venerdì scorso. "Ritengo altrettanto giusta la decisione della confederazione africana che ha scelto di far disputare ugualmente il torneo", aggiunge Lippi all'Hilton Airport di Fiumicino, dove è in corso  l'incontro tra le componenti del calcio italiano. Il ct non teme che possano verificarsi situazioni analoghe in  Sudafrica, dove tra circa 6 mesi sono in programma i Mondiali. "Il Sudafrica è il paese più avanzato del continente", dice Lippi.


LE FOTO: QUANDO LO SPORT DIVENTA TRAGEDIA


TUTTI GLI ARTICOLI SUI MONDIALI 2010


COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky