Caricamento in corso...
21 gennaio 2010

Lampard ringrazia Ancelotti: "Se siamo primi è merito suo"

print-icon
fra

Frank Lampard felice dell'approdo di Ancelotti al Chelsea, l'unico tecnico in gradi di riportare in vetta i Blues

Il centrocampista del Chelsea ritiene il tecnico italiano l'artefice del ritorno dei Blues in vetta alla classifica di Premier League: "Ha cambiato formazione valorizzando ogni singolo giocatore a sua disposizione". Anche Terry è dello stesso avviso

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

Dopo José Mourinho solo Carlo Ancelotti può riportare il titolo di Premier League allo Stamford Bridge, ne è convinto Frank Lampard che con il portoghese ha vinto due titoli nazionali, l'ultimo dei quali nel 2006. Dalla partenza dello "Special One" allo Stamford Bridge si sono succeduti quattro tecnici, da Avram Grant a Ray Wilkins, da Luiz Felipe Scolari a Guus Hiddink, ma nessuno è più riuscito a riportare in vetta il Chelsea.

Quest'anno i blues stanno comandando la classifica dalla prima giornata e secondo il centrocampista inglese esistono i presupposti perché possano restarci fino a maggio. "Ancelotti ha cambiato formazione e modulo di gioco ma in maniera tale da valorizzare tutti i singoli giocatori - il giudizio di Lampard -. Sono realista e più che mai convinto che possiamo vincere il titolo. Ma dobbiamo mantenere il livello di intensità che abbiamo ritrovato dopo la pausa invernale. Crediamo in noi stessi e nelle nostre possibilità. La chiave della stagione? Aver vinto i primi scontri diretti, ci ha dato molta fiducia".

Anche Terry elogia il tecnico emiliano, approdato a Stamford Bridge a inizio stagione. "Carlo è un grande uomo, una persona con cui puoi sempre parlare - ha detto il capitano dei Blues al "Daily Mirror" -. E allo stesso tempo tutti abbiamo il massimo rispetto per lui, per quello che ha fatto da calciatore e da allenatore. E' davvero una gran cosa averlo in panchina. Anche se è passato poco tempo dal suo arrivo, è già stato capace di trasmetterci le sue conoscenze e la sua esperienza, anche a livello di lavoro tattico. E sa anche, nell'imminenza di una gara, quando è il momento di concentrarsi".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky