Caricamento in corso...
27 gennaio 2010

Bulgaria, il Botev non paga: rischia di sparire dal calcio

print-icon
bot

Krasimir Krastev festeggia con la maglia del Botev Plovdiv: ancora non sapeva che i suoi sforzi sul campo non sarebbero stati ripagati, letteralmente parlando

Sedici calciatori del Botev Plovdiv, fra cui dieci italiani più l'allenatore Enrico Piccioni, sono stati svincolati dal tribunale della federcalcio locale dopo non aver mai ricevuto gli stipendi stabiliti all'inizio della stagione calcistica

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Il Botev Plovdiv, club della serie A bulgara, rischia l'esclusione dal campionato dopo che 16 calciatori della sua rosa, fra cui dieci italiani più l'allenatore Enrico Piccioni, sono stati svincolati d'autorità dal tribunale della federcalcio locale dopo non aver mai ricevuto gli stipendi stabiliti all'inizio della stagione calcistica. I dieci sono l'ex laziale Daniel Ola ("nuovo Nesta" poi decaduto a comprimario), Alberto Rebecca, Ciro Sirignano (ex Avellino, argento con l'Italia alle Universiadi, secondo il quale "la società non ha rispettato nessuna delle promesse che ci erano state fatte"), Emanuele Morini, Fabio Tinazzi, Gilberto Zanoletti, Luca Brignoli, Marco D'Argenio, Marco Di Paolo e Maurizio Brizzi. A loro vanno aggiunti in compagni Alain Karlet, Chudomir Grigorov, Ilian Jordanov, Giordania Etov, Kotcheff e Vasil Christo Stalev.

"E' molto probabile che il Botev sparisca dalla mappa del calcio - ha detto il presidente della federazione bulgara Borislav Mihaylov. Se non riuscirà ad adempiere ai suoi impegni finanziari, il Botev non prenderà parte alla seconda parte del campionato".

Il torneo bulgaro è attualmente fermo per la pausa invernale e riprenderà il prossimo 26 febbraio. Il Botev Plovdiv è stato fondato nel 1912 e rappresenta la seconda città più popolosa della Bulgaria. I tifosi non hanno gradito il comportamento della dirigenza e hanno messo in atto una dura contestazione che più volte ha impedito ai calciatori di allenarsi.

Quanto al tecnico Piccioni, ex Sambenedettese che fra la fine del 2007 e l'inizio del 2008 fece 13 giorni di carcere con l'accusa di bancarotta documentale nell'ambito della vicenda del fallimento della Vis Pesaro nell'estate 2006, la sua posizione è ancora da chiarire, nel senso che potrebbe rimanere in Bulgaria se il Botev continuerà ad esistere.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky