28 gennaio 2010

Paura di volare, l'Amburgo manda lo psicologo da Guerrero

print-icon
gue

Paolo Guerrero non riesce a tornare ad Amburgo per paura di volare. Ironia della sorte: lo sponsor della squadra tedesca è Fly Emirates (Foto AP)

Il club tedesco non riesce a riportare in Germania il calciaore che a causa di attacchi di panico non riesce a salire su un aereo. La soluzione estrema è quella di inviare a Lima, in Perù, uno specialista

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

L'Amburgo sta tentando in tutte le maniere di far rientrare in Germania l'attaccante peruviano Paolo Guerrero dal suo paese. Il giocatore a causa di attacchi di panico non riesce a salire sull'aereo per tornare a disposizione della squadra tedesca. "Abbiamo in mente due soluzioni per questo problema. O Paolo viene con un accompagnatore ad Amburgo o altrimenti uno psicologo dovrà andare a lavorare con lui a Lima", dice Eddy Sozer, assistente del tecnico, alla stampa di Amburgo.

Ma in primo luogo, il club tenterà di ottenere un permesso speciale per il cugino dell'attaccante Martin Rojas che vuole accompagnarlo in questo quarto tentativo di prendere un aereo ma non può farlo per la mancanza del visto. "Ora stiamo cercando di ottenere il visto per il cugino", ha spiegato alla dpa il portavoce del club, Jorn Wolf.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky