Caricamento in corso...
04 febbraio 2010

Incorreggibile Maradona: convoca 5 calciatori indisponibili

print-icon
mar

Diego Armando Maradona non smette mai di stupire

Al genio non c'è limite, si sa: ecco infatti che "el pibe de oro" ne fa un'altra delle sue. Per l'amichevole contro la Giamaica chiama quattro calciatori impegnati in Coppa Libertadores ed un infortunato. GUARDA IL VIDEO

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

di Alessandro Sugoni 

Al genio non c'è limite, si sa. Ma ormai credevamo che Maradona i suoi numeri li avesse esauriti. Dopo le magie del giocatore, dopo la caduta e la rinascita dell'uomo, dopo le gioie e gli eccessi del Ct. Invece ancora una volta Diego ha lasciato tutti a bocca aperta: ha voluto a tutti i costi un'amichevole contro la Giamaica, per provare qualche altro giocatore tra quelli che giocano in Argentina, non bastassero i 94 che ha già chiamato nel suo breve periodo alla guida della seleccion.
Nomi quasi sconosciuti ai più, ma forse anche a Maradona stesso. Che al momento delle convocazioni è andato in confusione: prima nella lista ne ha inseriti quattro dell'Estudiantes La Plata: Rodriguez, Sosa, Perez e Boselli. Piccolo problema: l'amichevole è in programma mercoledì, l'Estudiantes giovedì. Cioè, tanto per essere chiari, il giorno dopo esordirà in Coppa Libertadores con i peruviani dello Juan Aurich. I quattro quindi non possono andare in Nazionale. 

Poco male, due ore e Diego li ha sostituiti. Ma. altro piccolo problema: tra gli altri quattordici, ce n'è uno, Juan Pablo Pereyra dell'Atletico de Tucuman, che si è operato giusto martedì, visto che si è fatto male in campionato. Difficile pensare che Diego credesse ad un recupero lampo. Più facile che non avesse ben presente la situazione di Pereyra. In Argentina è subito scoppiato un caso e c'è chi, come il quotidiano Olè, ha parlato di presunzione mondiale del Ct.

Evidentemente quell'indimenticabile "chupe" che ha scandalizzato il mondo dopo la vittoria in Uruguay è stata la fine dell'idillio tra Maradona e la sua gente. Stavolta non c'è stato nessun attacco volgare, nessun gesto clamoroso: solo un errore nella lista dei convocati. Così semplice da apparire incredibile. Un errore quasi geniale.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky