27 febbraio 2010

Bridge snobba Terry. City a valanga sul Chelsea

print-icon
ter

Wayne Bridge snobba la mano testa di John Terry all'inizio del match tra Chelsea e Manchester City (Foto AP)

Prima del match tra Blues e Citizens, vinto 4-2 dalla squadra di Mancini, i due si sono incrociati per il consueto rituale di fair play senza guardarsi nemmeno in faccia. L'Arsenal vince sullo Stoke e accorcia a 2 punti lo svantaggio dalla capolista

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

PREMIER LEAGUE
Nessuno scambio di sguardi tra Wayne Bridge e John Terry pochi minuti prima dell'inizio di Chelsea-Manchester City: amareggiato e deluso per il tradimento dell'amico, il terzino del Manchester - distrutto dalla relazione tra il suo ex compagno di squadra e grande amico, Terry, e la sua ex fidanzata Vanessa Perroncel - non ha voluto stringere la mano tesa al calciatore del Chelsea. I due si sono trovati faccia a faccia, per la prima volta da quando lo scandalo è scoppiato, prima del calcio di inizio della partita e Bridge ha palesemente snobbato la mano tesa di Terry e ha anche ignorato lo sguardo dell'avversario, sfilando via durante il tradizione saluto a centrocampo tra i giocatori delle due squadre.

Bridge ha salutato gli altri avversari, ma ha comunque ricevuto una fredda accoglienza da parte del pubblico sugli spalti. Con il ct della nazionale, Fabio Capello, che assisteva alla partita, Terry è stato incitato a gran voce dai tifosi del Chelsea entusiasti, in gran parte con indosso la maglietta "Team Terry". Intanto Capello ancora spera di poter persuadere Bridge a rivedere la sua decisione e tornare in Nazionale.

Per quanto concerne la gara il Manchester City si è imposto con un netto 4-2 che costringe il Chelsea alla seconda battuta d'arresto in pochi giorni. Le doppiette di Bellamy e di Tevez hanno avuto la meglio su quella di Lampard. I Bkues, inoltre, sono rimasti in 9 a causa delle espulsioni di Belletti e Ballack.

Il capitombolo del Chelsea rimescola le carte in vetta alla classifica della Premier inglese, almeno per le prime tre posizioni. Del ko della squadra di Ancelotti approfittano naturalmente il Manchester United, ormai a un solo punti dai Blues, ma anche l'Arsenal, che con i tre punti conquistati in casa dello Stoke City si porta a tre lunghezze dal Chelsea. Più lontane tutte le altre, anche se il City di Mancini riduce il gap sulla capolista a 12 punti. Delle altre partite della giornata fa abbastanza scalpore il successo fuori casa del Portsmouth, che reagisce così sul campo a una situazione societaria difficilissima. Nella zona bassa della classifica importante vittoria anche per il Bolton.

Guarda anche:
Capello non perdona: chi sbaglia non andrà ai Mondiali

John Terry, due in uno: tradisce moglie e miglior amico
Toni perdona Terry. "Siamo una coppia forte"
Terry non è più capitano, l'Inghilterra sta con Capello
John e Toni, risboccia l'amore. E Terry vuole il 3° figlio

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky