01 marzo 2010

Under 21, azzurri contro l'Ungheria con TurboMario e Okaka

print-icon
bal

Mario Balotelli, fiore all'occhiello della Nazionale di Casiraghi, conta sette gol in campionato con la maglia dell'Inter

Il ct Casiraghi ha scelto la coppia d'attacco che scenderà in campo per il match di mercoledì contro i pari età ungheresi. "Balotelli? Merita la chiamata di Lippi e sono convinto che se continuerà così lo vedremo in Sudafrica"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Pierluigi Casiraghi contro l'Ungheria darà fiducia alla coppia Balotelli-Okaka. Due colored per l'attacco azzurro. "E' un caso - ammette l'attaccante della Roma attualmente in prestito al Fulham - che spero capiti ancora con altri ragazzi di colore che indossino la prestigiosa divisa azzurra". Okaka si è ambientato in Inghilterra, vive un buon momento di forma e mercoledì potrebbe essere il valore aggiunto di questa Nazionale che deve solo vincere per continuare a sperare di acciuffare il Galles. "Balotelli merita la chiamata di Lippi e sono convinto che se continuerà a fare così (chiaro riferimento al gol segnato da Super Mario ad Udine, ndr) andrà in Sudafrica. Adesso, però, dobbiamo concentrarci per questo scontro vitale, la classifica dice che dobbiamo per forza vincere e lo faremo".

Uno sguardo al campionato. "Cos'ha la Roma meno dell'Inter? Niente. Ha solo perso punti per strada con Cagliari, Livorno e Catania. E se aggiungeste quei 7-8 punti alla classifica dei giallorossi vedreste dove si troverebbe questa Roma". L'Ungheria non lo spaventa ("All'andata non c'ero quindi non li conosco"), il calcio inglese nemmeno: "Giocano duro, l'arbitro non fischia mai, ci sarà un'ammonizione a partita nonostante falli da dietro a ripetizione. Il pubblico, poi, è fantastico. Tifosi acerrimi nemici che siedono sul seggiolino di fronte. Non esistono laser né cori beceri, se accendi una sigaretta ti sbattono fuori dallo stadio. Per un giovane è il massimo della vita, un'esperienza da fare che consiglio a tutti". Chi vince Roma-Milan? "La Roma, 2-0, ma lo dice il mio cuore giallorosso".

Chi, invece, non sarà d'accordo con la previsione di Okaka è Davide Di Gennaro, trequartista dai piedi buoni, scuola Milan, in forza oggi al Livorno. "Sono in prestito in Toscana e conto di giocare in questo finale di stagione. Certo la situazione non è bella ma proviamo a salvarci fino alla fine". La sua seconda maglia è quella dell'under 21. Dopo la frattura al quinto metatarso del piede destro è andato a Novara a trovare i suoi compagni di squadra presentandosi in ritiro con le stampelle. "Ho sofferto a non poter dare una mano ma adesso sono in forma e mi metto a disposizione di Casiraghi. L'Ungheria? E' la piu' dura delle tre partite. Non avrà Nemeth, infortunato, e questa è una buona notizia".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky