17 marzo 2010

Adriano accusato di aver comprato una moto a un narcos

print-icon
adr

Adriano e un suo amico in moto a Rio de Janeiro

L'attaccante del Flamengo è stato convocato dalla polizia di Rio de Janeiro per giustificare l'acquisto di due mezzi che avrebbe regalato a narcotrafficanti della Favela da Chatuba, suoi amici d'infanzia, con i quali è stato fotografato più volte

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Il bomber del Flamengo Adriano è stato convocato dalla polizia di Rio de Janeiro per giustificare l'acquisto di almeno due moto di grossa cilindrata che avrebbe ripassato o regalato a due narcotrafficanti della Favela da Chatuba, dove il giocatore è nato. Adriano dovrà presentarsi al commissariato di lotta agli stupefacenti (Dcod) per dare spiegazioni sul suo comportamento. "In principio, non è che comprare una moto e darla a chicchessia rappresenti di per sè una illegalità - ha detto il titolare del commissariato, Jader Amaral - Ma quando questo chicchessia è un boss del traffico, tutto diventa losco, tutto diventa sospetto.

Perchè Adriano ha comprato e regalato quelle moto? Quante sono state in tutto? Il minimo è che ci dia una spiegazione convincente". Non è la prima volta che l'ex Imperatore si mette nei guai per i forti legami con quelli che erano i suoi amici d'infanzia, diventati boss della baraccopoli dove sono nati. Lui stesso ha detto in un'occasione che se non avesse avuto il calcio, rischiava di diventare uno di loro. L'ex fuoriclasse nerazzurro è stato più volte fotografato e ripreso in balli funk in compagnia di narcos armati, anche se ha specificato di essersi sempre tenuto lontano dalla droga.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky