Caricamento in corso...
31 marzo 2010

Renzo Bossi: "Sogno una partita tra Italia e Padania"

print-icon
ren

Renzo Bossi sulla panchina della nazionale padana

Il neo consigliere regionale della Lega in Lombardia e team manager della nazionale padana punta in alto: "Proporrò di giocare questo match, poi non so cosa ne penserà Lippi. Non seguo la Nazionale italiana e non ho mai visto i campionati del mondo"

COMMENTA NEI FORUM

"Mi piacerebbe sfidare il ct della nazionale italiana di calcio per una partita tra Italia e Padania a San Siro. Non so cosa ne può pensare lui, però...". Così Renzo Bossi, 21enne, nuovo eletto consigliere regionale della Lega in Lombardia e team manager della nazionale padana, parla ai microfoni di Radio 24 a 'La Zanzara' di Giuseppe Cruciani. "La proposta di fare davvero la partita", ha proseguito, "l'ho buttata là due o tre volte, ma magari ora la faremo ufficialmente. Io non seguo mai la nazionale italiana e non ho mai visto i campionati del mondo. Nel 2006 (data dell'ultima vittoria degli azzurri ai mondiali a Berlino, ndr) ero a casa". Bossi jr non si è risparmiato nemmeno su questioni di stretta attualità politica. In merito alle candidature per la carica di sindaco a Milano ha detto: "Ora penserei alle regionali. Per il Comune di Milano si vedrà. Non si può ancora rispondere, mio padre ha solo sottolineato che Milano per noi è una città importantissima".

Renzo Bossi non vede in un futuro prevedibile un nuovo leader del centrodestra. "Non lo so", ha detto, "è una domanda impegnativa, io per adesso vedo Berlusconi. Il patto con mio padre è indistruttibile". Su un'ipotesi Tremonti per il dopo Berlusconi non si sbilancia: "Tremonti è un alleato con cui si lavora moltissimo e che ci sta aiutando a portare a casa il federalismo fiscale". Sul nomignolo di "trota", coniato proprio da suo padre, Renzo Bossi non ha problemi: "Non mi ha offeso, è una cosa scherzosa che mi è sempre piaciuta". Nessuna concessione, invece, alle accuse di razzismo sollevate qualche tempo fa per un "gioco" su facebook contro i clandestini: "Sono stati attacchi che non mi hanno sfiorato molto: non c'entravo niente, me lo sono trovato su facebook e l'ho solo guardato, il resto l'hanno montato i giornali".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky