Caricamento in corso...
08 aprile 2010

Cristiano Ronaldo: "Messi più forte? Farò tre gol al Barça"

print-icon
cri

Cristiano Ronaldo sfida Messi e auspica una tripletta nel clasico

L'attaccante del Real Madrid torna sul paragone con l'argentino e accende la sfida: "Io sono più alto e grosso, siamo bravi entrambi e io non devo dimostrare niente a nessuno. Lui è aiutato dalla squadra". IL BIG MATCH DELLA LIGA IN DIRETTA SU SKY

GUIDA TV: REAL-BARCELLONA IN DIRETTA SU SKY

Una pulce fastidiosa -
Si accende la rivalità tra Cristiano Ronaldo e Leo Messi che raggiungerà il suo culmine nel Clasico di sabato sera tra Real Madrid e Barcellona. Il portoghese torna sul paragone con l'argentino e ribadisce: "Siamo forti entrambi non c'è n'è uno più bravo dell'altro - dice a Marca - Io sono più alto e più grosso, questa è la differenza". Per quanto riguarda l'exploit in Champions CR9 crede che Messi non sia in grado di ripeterlo nel match del Bernabeu: "Sarò io a portarmi il pallone a casa" (segnando tre reti ndr).

Secondo l'attaccante delle "merengues", molto del successo della "pulce" dipende dal lavoro svolto da tutta la squadra di Pep Guardiola. "Messi non gioca da solo e i suoi compagni hanno un enorme merito. Chi capisce di calcio sa di cosa sto parlando. Per noi questa non è una preoccupazione e speriamo di riuscire ad essere più completi", spiega Ronaldo, che tuttavia riconosce gli incredibili risultati raggiunti fin qui dal fenomeno blaugrana: "Messi sta facendo una grande stagione ed e'  sicuramente tra i migliori di ora e di sempre. Spero che possa fare  ancora molti gol, ma non sabato. Quanto a me non devo dimostrare niente a nessuno".

Capitolo Guti
- "Il mio futuro? Non è ancora chiaro. Di sicuro, questo sarà il mio ultimo Clasico". Quindici anni di Real Madrid sono troppi anche per chi ha vinto cinque volte la Liga e tre Champions League. José Maria Gutiérrez Hernández, per tutti Guti, ha annunciato alla radio Onda Madrid che a fine stagione lascerà il Real. "Nessun dramma, è il calcio. L'importante è andarsene lasciando un buon ricordo".

"Ho ancora un altro anno di contratto, ma troveremo un accordo. Poi dipenderà dalle offerte. Mi piacerebbe giocare in Inghilterra, o in Italia o nei Paesi Arabi, vediamo". Guti lascerà il tanto amato numero 14: "Così lo indosserà Xabi Alonso". E a chi gli ha chiesto chi potrà essere il suo erede, lo spagnolo spara alto: "Iniesta sarebbe il massimo, ma è difficile. Allora raccomando Fabregas o David Silva".

Kakà infortunato, l'addio di Guti, le prodezze di Messi. Il Real viaggia verso il Clasico di sabato sera con più di un dubbio.

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky