29 maggio 2010

Heysel, 25 anni dopo. A Torino incidenti durante il ricordo

print-icon
juv

La sfilata dei tifosi della Juve in ricordo delle vittime dell'Heysel del 29 maggio 1985. Purtroppo alcuni ultrà hanno macchiato questa giornata di memoria provocando alcuni incidenti

Il 29 maggio 1985, a Bruxelles, prima della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool crollò un muro e morirono 39 persone. Durante la commemorazione a Torino proteste dei tifosi bianconeri contro la società e la tessera del tifoso

La Juventus ha reso omaggio alle vittime dell'Heysel. Il 29 maggio 1985, nella serata in cui i bianconeri affrontavano il Liverpool nella finale di Coppa dei Campioni, allo stadio Heysel di Bruxelles persero tragicamente la vita 39 persone. Alla commemorazione di oggi a Torino hanno partecipato, oltre agli attuali vertici societari e alla squadra di oggi, le autorità calcistiche italiane e internazionali, una rappresentanza del Liverpool, alcuni giocatori della squadra che scese in campo quella sera e i famigliari delle vittime.

La prima parte della commemorazione si è svolta nella sede della Juventus, poi la funzione alla chiesa Gran Madre di Dio di Torino. Sempre oggi, commemorazioni anche ad Arezzo, a  Reggio Emilia e a Rutigliano, in provincia di Bari, è stata intitolata una via alle vittime di quella drammatica sera. A Liverpool invece le vittime sono state ricordate mercoledì, quando ad Anfield è stata posta una targa ricordo nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte i dirigenti del Liverpool, alcuni ex giocatori di allora come Kenny Dalglish, Sammy Lee e il capitano Phil Neal e, per la  Juventus, Gianluca Pessotto e Sergio Brio. Inoltre il 3 giugno, in occasione dell'amichevole pre mondiale Italia-Messico, in programma  a Bruxelles, verranno ricordate le vittime della tragedia.

"Quella partita non era normale, non è durata 90 minuti. Non è mai finita, ci sarà per sempre. Nessuno, attore o spettatore della tragedia, potrà mai  cancellarla dalla sua memoria". così Michel Platini, presidente dell'Uefa, ricorda la tragica serata del 29 maggio 1985 a Bruxelles, partecipando alla commemorazione organizzata nella sede della Juventus. "Noi calciatori abbiamo vissuto quella serata al buio. I nostri pensieri e il nostro cuore sono con le vittime e con le loro famiglia". Nel corso della cerimonia, il nuovo presidente bianconero, Andrea Agnelli, ha annunciato che nel nuovo stadio "ci sarà un luogo per ricordare queste persone che saranno sempre nei nostri cuori".

E durante la commemorazione una ventina di tifosi hanno inscenato una protesta staccandosi dal gruppo dei manifestanti e srotolando uno striscione con cui invitavano la dirigenza ad impegnarsi a ottenere la revoca dello scudetto 2006 assegnato all'Inter. Il tutto è stato accompagnato da fumogeni e dal lancio di petardi. Durante il corteo non sono mancati gli slogan contro la tessera del tifoso.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky