Caricamento in corso...
31 maggio 2010

Presunti legami con i narcos: la polizia convoca Adriano

print-icon
adr

La notizia sul quotidiano "O Dia"

La polizia brasiliana ha convocato l'Imperatore per avere chiarimenti in merito ad alcune foto, pubblicate dal quotidiano "O Dia", che lo ritraggono in compagnia di un narcotrafficante mentre impugna un mitra. Il giocatore non si è presentato. IL VIDEO

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

La polizia brasiliana ha convocato Adriano per chiedergli chiarimenti in merito ad alcune foto che ritraggono il neo acquisto giallorosso che impugna un mitra in compagnia di un amico identificato come un narcotrafficante ricercato. Lo ha riferito un portavoce della polizia di Rio de Janeiro. Gli investigatori sospettano legami tra il calciatore e la banda di narcotrafficanti di Fabiano Atanasio da Silva, che spadroneggia nella favela di Vila Cruzeiro. Da Silva è accusato di essere coinvolto in un
attacco ad un elicottero della polizia nell'ottobre del 2009, in cui morirono tre agenti.

Le foto sono state pubblicate dal quotidiano "O Dia". In un'altra foto Adriano indossa la maglietta con le iniziali CV, abbreviazione del Comando Vermelho, temibilissima gang criminale. Le foto sarebbero state scattate nel periodo in cui Adriano militava nell'Inter e viveva in Italia. L'agente del giocatore, Gilmar Rinaldi, ha subito chiarito che i fucili erano falsi e le foto sono state scattate in una abitazione di Como. Secondo la sua versione si tratta di una abatjour a forma di mitra. Rinaldi ha ricordato che il giocatore ha già subito più tentativi di estorsione a causa di questa foto.

Al posto del calciatore, che giorni fa ha raggiunto un accordo verbale per andare alla Roma, si è presentato il suo legale, che ha chiesto di fissare un nuovo appuntamento per l'ex attaccante del Flamengo. Secondo l'avvocato, Adilson Fernandes, Adriano non si è presentato in quanto non ha potuto "prendere conoscenza" della causa contro di lui per presunti legami con 'narcos' della metropoli carioca. Di fronte al commissariato della polizia c'erano circa 200 tifosi, per manifestare la propria solidarietà al giocatore, che il 6 giugno partirà per l'Italia con l'obiettivo di definire il suo trasferimento alla Roma. Quella di oggi è la seconda volta nell'anno in cui Adriano è chiamato a presentarsi alla polizia: lo scorso aprile, l'attaccante ha dovuto dichiarare in merito ad una vicenda riguardante l'acquisto di una moto da un narcotrafficante, fatto che il giocatore ha negato.

Guarda anche:
Adriano accusato di aver comprato una moto a un narcos

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky