Caricamento in corso...
12 luglio 2010

Ancelotti chiama Balotelli: Premier ambiente ideale per lui

print-icon
spo

L'allenatore del Chelsea, Carlo Ancelotti

Il tecnico del Chelsea consiglia il giovane talento nerazzurro: "In Inghilterra ci sono meno pressioni e un ragazzo come Mario ne trarrebbe beneficio. Lo United è il club migliore coi giovani, ma lo allenerei volentieri al Chelsea"

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Carlo Ancelotti, in un'intervista a Sky Sport24, ha ammesso che gli farebbe piacere allenare il giovane talento nerazzurro Mario Balotelli e ha detto che per il prossimo campionato vede ancora l'Inter come favorita. Lo United "è una squadra che ha una grande tradizione, che esalta le caratteristiche di questo tipo di giocatore", ha spiegato il titolare della panchina del Chelsea, e a Manchester Supermario potrebbe partire anche come titolare. "Qui, l'ambiente è diverso, credo che un giocatore con questo tipo di carattere, secondo me, si potrebbe trovare meglio rispetto all'Italia, è difficile trovare un giocatore cosi' giovane con queste qualità, anche l'Inghilterra fa fatica a trovare giocatori di questo livello", ha aggiunto.

Ancelotti non ha avuto difficoltà a confessare che a lui farebbe piacere poter allenare un giocatore simile. Esclude invece di potere avere Kakà nel suo Chelsea. "Non credo che il Real sia disposto a metterlo sul mercato e quindi questo è fantamercato - ha detto - ma se il Real dicesse, vogliamo vendere Kakà, potrebbe essere che il Chelsea è interessato". L'ex tecnico milanista ha poi parlato dei Mondiali appena conclusi. Secondo lui è giusto che la Coppa sia andata alla Spagna, una squadra che "era una delle favorite" e che "è quella che ha giocato il calcio più offensivo". L'Italia poteva certamente "fare meglio", se non altro andando oltre la fase a gironi. Ma Ancelotti non ha colpevoli da chiamare in causa. "Nessuno ha sbagliato, sono i cicli che vanno e a vengono - ha detto - è stato piu' fallimentare il mondiale di altre squadre, che non quello dell'Italia, sicuramente, ha fatto peggio l'Inghilterra".

Per il futuro azzurro, Prandelli è sicuramente l'uomo giusto. "Ha esperienza ma è giovane, ha entusiasmo, affronta una nuova avventura, però, occorre supportarlo, con pazienza e con calma", ha detto. Quando gli è stato chiesto se alla panchina della nazionale ci pensa anche lui, ha risposto che potrebbe essere nel 2030. "Non è uno scherzo, la storia dice che l'Italia vincerà nel 2030, per la statistica", ha spiegato. Per il prossimo campionato italiano è ancora l'Inter la squadra da battere. "Ha perso un pezzo importante come Mourinho ma ha trovato un allenatore molto capace come Benitez. Quindi, rimane la squadra favorita", ha detto.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky