Caricamento in corso...
27 luglio 2010

C'è ancora un clan Maradona: resta ct solo con il suo staff

print-icon
spo

Diego Armando Maradona (foto Ansa)

Se ne parlava già ai tempi del Napoli di un gruppo di fedelissimi, ma ora il futuro del 'Pibe de oro' sulla panchina della Selección è legato alla conferma dei suoi più sretti collaboratori. Ma c'è un problema: non piacciono alla Federcalcio sudamericana

di MASSIMO CORCIONE

Quando arrivò in Italia, anno di grazia napoletana 1984, era circondato da un piccolo esercito di fedelissimi. Fu ribattezzato il clan di Maradona: preparatore atletico personale, cameraman personale, come neppure i divi di Hollywood allora usavano. L'idea del clan nella testa del più grande calciatore di tutti i tempi è rimasta anche ora che aveva scelto di fare il commissario tecnico della sua nazionale.

Sì, aveva, perché non c'è certezza che l'avventura continui fino al 2014, come il presidente della  argentina Grondona aveva garantito una settimana fa. Questione di clan, ancora una volta. Non devono toccare nessuno del mio staff, aveva tuonato prima di vedere Grondona nell'incontro che avrebbe dovuto sancire la riconferma.

Ma è proprio il clan che la federazione non sopporta. Gli era stato piazzato Carlos Bilardo come tutore, il cittì del trionfo a Mexico 86, il dottore come lo stesso Maradona lo chiamava. Il sodalizio è durato pochissimo, Bilardo s'è defilato, a comandare erano gli altri, anzi uno in particolare: Oscar Ruggeri, tre mondiali giocati e una carriera in nazionale conclusa con i gradi di capitano nel 94.

Grondona gli ha proposto un azzeramento della squadra, tra i colpiti dall'epurazione anche Fernando Signorini, il preparatore che lo scorta dai tempi di Barcellona, lo stesso che lo abbandonò quando si rese conto che l'atleta Maradona aveva chiuso la propria parabola. Diego lo ha richiamato quando gli è stata affidata la seleccion, era sempre in prima fila durante i mondiali sudafricani per incoraggiare i nazionali.

COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

RIVIVI LO SPECIALE MONDIALI

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky