Caricamento in corso...
05 agosto 2010

Russia, allenatore ucciso per vendetta. Forse dal suo capo

print-icon
rus

Iuri Shishlov, 65 anni, è morto a Mosca dopo essere stato ferito a colpi d'arma da fuoco. Si ipotizza un killer su commissione, forse per la sua testimonianza chiave contro il capo dello Yaroslavl Fc Shinnik condannato per frode

Un allenatore di calcio russo, Iuri Shishlov, 65 anni, è morto in ospedale a Mosca dopo essere stato ferito a colpi d'arma da fuoco ieri sera nel centro della capitale. Lo rende noto il suo club, il Vladivostovk Fc Luch Energia, che milita in una divisione inferiore del campionato russo.

La polizia ipotizza che sia stato ucciso da un killer su commissione, forse per la sua testimonianza chiave contro il capo dello Yaroslavl Fc Shinnik, Vladimir Shepel, di cui era vice. Il 20 luglio scorso Shepel era stato condannato a cinque anni e mezzo per frode e appropriazione indebita di denaro. Shishlov aveva allenato diverse squadre, tra cui Ramenskoye, Kamyshin, Orel, Elista, Togliatti, Vladikavkaz.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky