Caricamento in corso...
12 agosto 2010

Gatto Quaresma, Arnautovic la volpe: già ci mancate

print-icon
arn

Gli specialisti Quaresma e Arnautovic si intromettono durante un'intervista a Maicon

Nella scorsa stagione all'Inter formavano una coppia geniale, fuori dal campo. E quando tiravano in mezzo l'amico Balotelli, le risate erano assicurate. Oggi il portoghese è un idolo dei tifosi del Besiktas; Arnautovic, invece, rischia già la cacciata

di VANNI SPINELLA

“Uno stupido può essere solo lui”. Così veniva etichettato Marko Arnautovic al termine della finale di Champions League vinta dall’Inter.
Parole di, udite udite, Mario Balotelli.
Tranquilli, nessuna polemica. Solo un simpatico scambio di battute tra buoni amici che scherzano.
La scena: SuperMario è impegnato in una delicata intervista in cui sta dedicando la vittoria della coppa ai tifosi interisti. Un momento in cui c’è poco da scherzare. Ed ecco che alle sue spalle spunta all’improvviso quel buontempone di Arnautovic. Basta poco per distrarre Balotelli, che inizia a ridere come non siamo abituati a vederlo e dà la colpa al compagno, lo “stupido” in questione.
Cambia la scena, ma non lo scenario. Al termine della semifinale contro il Barcellona, il malcapitato di turno è Maicon; alle sue spalle, come “il gatto e la volpe” si materializzano Quaresma e Arnautovic. Si avvicinano con passo felpato, fissano l’imbarazzato Maicon, poi danno vita a uno show di versi incomprensibili di fronte ai quali è impossibile restare seri. Solo Maicon ci riesce.

Quaresma e Arnautovic: ovvero, come riuscire a mantenere il buonumore restando ai margini (letteralmente) della squadra. Sarà un caso, ma appena si è aperto il calciomercato l’Inter ha deciso di spedirli lontano entrambi. Sarà un caso, ma il prossimo con le valigie in mano sembra essere proprio Balotelli, che in mezzo a loro sembrava l’ingenuo Pinocchio tra il gatto e la volpe.
Geniali fuori dal campo, un po’ meno quando erano chiamati in causa da Mourinho: all’Inter non li rimpiange nessuno, eppure resta la curiosità di chiedersi come se la stiano passando lontano dall’Italia.

Per Arnautovic la musica è sempre la stessa: anche al Werder Brema, la sua nuova squadra con cui affronterà la Samp nei preliminari di Champions, dopo solo due settimane ha colpito tutti per la svogliatezza con cui si allena. Immediato è scattato l’ultimatum, attraverso le parole del ds Allofs: o si dà una regolata o “al Werder non ha futuro”.
Tutt’altra storia per il suo ex-compagno di scorribande, Quaresma. Lui, nonostante il look da mohicano con cui si è presentato al Besiktas, sembrerebbe aver messo la testa a posto. Gli sono bastate due partite per farlo diventare un idolo della tifoseria turca. Alla prima, contro il modestissimo Vikingur (secondo turno preliminare di Europa League), ha tirato fuori tutto il meglio del suo repertorio, rimasto a far la polvere nelle due stagioni all’Inter: cross di rabona, trivele a pioggia, scatti, finte e controfinte. E un rigore sparato alto, tanto per non farsi mancare nulla. Alla seconda, contro il Viktoria Plzen, è arrivato anche il gol.
Come? Di trivela, naturalmente. Stai a vedere che aveva ragione lui.

Le magie del nuovo Quaresma. Guarda il video:


Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky