Caricamento in corso...
14 agosto 2010

Mondiali, novità Blatter: stop ai pareggi nel primo turno

print-icon
fif

Joseph Blatter annuncia importanti novità per i prossimi Mondiali tra cui i rigori durante le gare del girone eliminatorio

In un'intervista a "Focus" il presidente della Fifa ha anticipato importanti modifiche da introdurre nei prossimi campionati del mondo: "Si andrà ai rigori anche nei match dei gironi, mentre installeremo telecamere per scovare i gol fantasma"

Commenta nel forum di calcio internazionale

Ai prossimi mondiali di calcio non ci saranno più pareggi nel primo girone di qualificazione, ma dopo la fine dei tempi regolamentari si passerà subito ai rigori, senza giocare i supplementari. Lo annuncia in un'intervista al settimanale 'Focus' il presidente della Fifa, Joseph Blatter, che si dice anche disponibile a far installare le telecamere sulla linea di porta. "Stiamo riflettendo sull'eliminazione dei pareggi nel girone iniziale di qualificazione, ma anche sull'eliminazione dei tempi supplementari", spiega Blatter, secondo il quale "se dopo 90 minuti non c'è un vincitore, si passa subito ai calci di rigore. Si potrebbe anche reintrodurre il 'golden goal', in vigore fino al 2002, con la prima rete che decide chi vince. Entrambe le squadre devono giocare attaccando".

Il presidente della Fifa lamenta infatti che "nelle partite di qualificazione le squadre vanno in campo in primo luogo per non perdere, con il risultato di produrre un gioco noioso". Blatter si dice anche disponibile a far installare telecamere sulla linea di porta per evitare le frequenti contestazioni. "Non appena disporremo di un sistema rapido e senza complicazioni per indicare se la palla ha superato o meno la linea di porta, adotteremo immediatamente questa tecnologia".

Blatter si dice invece contrario all'introduzione di prove video per documentare in campo i falli o il fuorigioco, poiché in questo modo "il gioco verrebbe interrotto, con gli arbitri costretti ad andare a guardare la moviola. E poi, soprattutto per verificare un fuorigioco, quante telecamere servirebbero? Si tratta di una cosa troppo complicata, bisogna rassegnarsi". Anche per quanto riguarda la regola che prescrive per le partite di club una maggioranza di 6 a 5 di giocatori nativi del paese rispetto agli stranieri, Blatter annuncia modifiche, spiegando che "anche chi è cresciuto in un Paese o vi è vissuto per 5 anni dopo averne compiuti 18, dovrebbe essere autorizzato a giocare. Se l'Uefa è d'accordo, la cosa è fatta".

Rivivi le emozioni dei Mondiali 2010

Le novità della stagione 2010-2011, guarda l'album

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky