23 agosto 2010

Supercoppa europea, caccia al secondo trofeo di stagione

print-icon
int

L'Inter festeggia la vittoria della Supercoppa italiana contro la Roma

Venerdì a Montecarlo (diretta su Sky) contro gli spagnoli dell'Atletico Madrid i nerazzurri possono già fare il bis dopo la vittoria contro la Roma. Differenza di classe abissale, ma Forlan e Aguero sanno fare paura. LE FOTO DELLA SUPERCOPPA ITALIANA

Inter Channel in chiaro per tutti fino al 31 agosto

Guida tv: così Inter-Atletico Madrid su Sky

di Massimiliano Nebuloni

A differenza di un anno fa, quando molto in chiave di mercato dipendeva dall'arrivo di Sneijder (sbarcato a Milano alla vigilia del derby), stavolta l'Inter si avvia al debutto in campionato con le idee molto più chiare: nel senso che la squadra ha già un'identità precisa e l'arrivo (ormai imminente) di Kuyt non cambierà - nella sostanza - il modo di giocare dei nerazzurri.

Allora la partenza di Ibrahimovic "obbligò" Mourinho a reinventarsi un gioco, mentre Benitez pur correggendo alcuni aspetti (come la difesa più alta) andrà avanti sulla strada tracciata nella scorsa stagione. Contro l'Atletico Madrid, per intenderci, Benitez insisterà sulla stessa Inter che sabato ha sconfitto la Roma, sperando di recuperare al cento per cento Zanetti dal problema al polpaccio.

Lo spagnolo ha approfittato dei due giorni di riposo per studiare alla tv la squadra di Sanchez Flores, nona nell'ultima Liga e neanche qualificata all'Europa League. L'Atletico gioca un buon calcio, ma il divario tecnico con l'Inter è, sulla carta, abissale. Il potenziale maggiore è tutto in attacco e dipende dalla vena di Aguero (trattato a lungo la scorsa estate da Salvatore Bagni su input di Moratti) e Forlan, votato miglior giocatore e capocannoniere in Sudafrica.

Lui e Sanchez Flores, per farsi coraggio, si affidano anche ai ricordi per tentare l'impresa a Montecarlo: l'allenatore guidava il Valencia che nel 2007 eliminò l'Inter dalla Champions League nella famosa partita della rissa. Forlan, invece, ha eliminato l'Inter l'anno prima ai tempi del Villareal, grazie anche al suo gol segnato a San Siro il 29 marzo 2006. Bei ricordi: per loro sfortuna, venerdì, si troveranno di fronte tutta un'altra Inter.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky