25 agosto 2010

Milito e la Supercoppa: vincerla e poi sarà Champions

print-icon
str

Striscione pro Milito: l'argentino è attesissimo per la Supercoppa europea

Sarà lo svizzero Busacca ad arbitrare Inter-Atletico Madrid venerdì 27 allo stadio "Louis II" di Montecarlo. Il giorno dopo, il sorteggio per i gironi. Il Principe ci crede: "Un trofeo che manca all'Inter". LE FOTO DELLA SUPERCOPPA ITALIANA

Inter Channel in chiaro per tutti fino al 31 agosto

Guida tv: così Inter-Atletico Madrid su Sky

Vinti quattro titoli in fila - i primi tre con i timbri pesanti delle sue reti - Diego Milito punta ad alzare il quinto conquistando la Supercoppa europea, a Montecarlo, contro l'Atletico Madrid. Venerdì, ha spiegato, "c'è in gioco un titolo importantissimo a cui teniamo tanto: ci stiamo allenando per cercare di vincerlo, anche perché è un trofeo che manca all'Inter e a tanti di noi e, quindi, cercheremo di fare di tutto per vincerlo" contro un club ostico, guidato dall'attaccante argentino e suo compagno di nazionale, Aguero.

Sarà tra l'altro lo svizzero Massimo Busacca ad arbitrare Inter-Atletico Madrid venerdì 27 allo stadio "Louis II" di Montecarlo. Il 41enne di Bellinzona, internazionale dal 1999, è alla sua seconda direzione di gara ufficiale con i nerazzurri, dopo Barcellona-Inter della Champions League 2009-2010.

"Ci sono Aguero, Diego Forlan e anche altri giocatori importanti nell'Atletico - ha osservato ancora il Principe nerazzurro -: è una grande squadra, con dei valori importanti, dovremo fare molta attenzione". Teatro della Supercoppa, Montecarlo ospiterà anche il sorteggio della Champions League , competizione vinta dall'Inter lo scorso maggio. "Sicuramente c'è curiosità - ha aggiunto Milito riferendosi proprio al sorteggio - ma la cosa importante è che saremo testa di serie: vediamo che cosa verrà fuori, vediamo la fortuna che potremo avere".

E qualora dall'urna dovesse spuntare subito il Real di Mourinho, "giocheremo la partita, come l'anno scorso è stato per esempio con il Barcellona. Comunque  - ha aggiunto l'attaccante - uno spera sempre di non incontrare una grande squadra almeno all'inizio, poi mano a mano che si va avanti in Champions è normale". Meno normali, invece, i successi che hanno costellato la scorsa annata nerazzurra.  "E' stata una stagione indimenticabile - ha concluso l'argentino - unica, difficile anche da ripetere, ma noi ci proveremo, lavoriamo tutti i giorni per cercare la perfezione e ovviamente cercare di vincere sempre di piu".

Fronte convocazioni. Niente Supercoppa europea per Davide Santon. Il giovane difensore interista, alle prese con il recupero dagli infortuni della scorsa stagione, non è stato inserito, da Rafa Benitez, tra i 21 giocatori convocati per la gara di venerdì. Assente anche Thiago Motta, operato ieri per una pulizia al ginocchio destro a Vail in Colorado. L'allenatore nerazzurro, ha convocato, oltre ai tre portieri, Julio Cesar, Castellazzi e Orlandoni, sette difensori (Cordoba, Zanetti, Lucio, Maicon, Materazzi, Samuel e Cristian Chivu); sette centrocampisti (Stankovic, Wesley Sneijder, Muntari, Mariga, Cambiasso, Joel Obi e Coutinho) e quattro attaccanti: Eto'o, Milito, Pandev e Ludovic Biabiany.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky