Caricamento in corso...
26 agosto 2010

Benitez: vincere per fare la storia. E Zanetti snobba Ibra

print-icon
ben

Benitez guiderà l'Inter alla ricerca del secondo trofeo stagionale

Il tecnico interista sulla sfida di Supercoppa europea contro l'Atletico Madrid: sarà un match difficile contro una squadra d'esperienza. L'argentino: Zlatan al Milan? Nessun effetto. Stankovic: affrontiamo un club molto organizzato ma avremo successo

Inter Channel in chiaro per tutti fino al 31 agosto

Guida tv: così Inter-Atletico Madrid su Sky

"E' una sfida, possiamo fare qualcosa per la storia della società": così il tecnico dell'Inter Rafa Benitez ha presentato la partita di domani contro l'Atletico Madrid che assegna la Supercoppa europea, trofeo che il club nerazzurro non ha mai vinto. Quella di domani sarà "una partita importante e difficile contro una squadra di esperienza, ma pensiamo di potercela fare", ha aggiunto il tecnico spagnolo che ha poi preferito non commentare più le recenti dichiarazioni di Josè Mourinho, così come ha evitato di parlare di mercato. "Io sono l'allenatore - ha spiegato Benitez - non posso comprare nessun giocatore: l'allenatore non porta giocatori, è compito del direttore tecnico".

"Sarebbe da stupidi buttare via questa occasione, abbiamo lavorato bene e con l'Atletico Madrid mi aspetto una bella partita. La Supercoppa Europea è un trofeo che vale tanto e che manca all'Inter". Dejan Stankovic vuole conquistare il  secondo trofeo dopo la Supercoppa Italiana. Il centrocampista  dell'Inter ha già vinto questo titolo quando vestiva la maglia della Lazio. "Ho vinto con la Lazio questo trofeo e magari si ripetesse la cosa anche con lo stesso risultato di 1-0 (gol di Salas)", ha aggiunto il serbo ai microfoni di Inter Channel. Dell'avversario di domani sera, l'Atletico Madrid, il giocatore  nerazzurro teme in particolare due elementi. "Loro sono organizzatissimi ed hanno due giocatori come Forlan e Aguero  fortissimi. Il primo ha fatto un grande mondiale e gioca benissimo tra le linee, il secondo nell'uno contro uno fa la differenza".

Quello di domani potrebbe essere il quinto trofeo vinto dall'Inter nel 2010 e il capitano nerazzurro Javier Zanetti spiega che "tutti vogliono continuare questa striscia di vittorie". Contro l'Atletico Madrid c'è in palio la Supercoppa europea e Zanetti si aspetta "una gara difficile: sappiamo che non sarà facile ma vogliamo continuare questo grande cammino di vittorie". Il 27 agosto è poi una data particolare per Javier Zanetti visto che è il giorno della suo esordio in nerazzurro nel 1995 in Inter-Vicenza 1-0. "Mi ricordo quella partita vinta con un gol di Roberto Carlos - ha detto - è passato tantissimo tempo, lì è iniziata la mia storia con questo grande club". "Ibrahimovic al Milan? Non mi fa nessun effetto: nel calcio di oggi, noi giocatori prendiamo decisioni personali che vanno accettate": così il capitano dell'Inter Javier Zanetti ha commentato il possibile passaggio in rossonero del suo ex compagno di squadra svedese. "Siamo concentrati solo sulle cose nostre e a fare bene come stiamo facendo adesso", ha aggiunto Zanetti che domani giocherà a Montecarlo la Supercoppa europea contro l'Atletico Madrid.

Queste le probabili formazioni di Inter-Atletico Madrid: Inter (4-2-3-1): 1 Julio Cesar, 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu, 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 27 Pandev, 10 Sneijder, 9 Eto'o, 22 Milito (12 Castellazzi, 2 Cordoba, 23 Materazzi, 5 Stankovic, 17 Mariga, 29 Coutinho, 88 Biabiany). All.: Benitez. Atletico Madrid (4-4-2): 13 De Gea, 17 Ujfalusi, 25 Godin, 18 Dominguez, 3 Antonio Lopez, 19 Reyes, 12 Assuncao, 8 Garcia, 11 Merida, 10 Aguero, 7 Forlan (38 Joel, 24 Filipe Luis, 21 Perea, 20 Simao, 4 Suarez, 9 Jurado, 22 Diego Costa). All.: Sanchez Flores. Arbitro: Busacca (Svi).

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky