Caricamento in corso...
25 settembre 2010

Scoppia la pace Balotelli-Mou: Mario sa che gli voglio bene

print-icon
abb

L'abbraccio tra Mourinho e Balotelli ai tempi dell'Inter

L'allenatore del Real Madrid rivela di aver sentito telefonicamente l'ex attaccante interista al momento del suo passaggio al manchester City: "Mi ha chiamato per qualche consiglio. Abbiamo avuto problemi, ma resta un talento e sa quello che penso di lui"

Commenta nel forum di calcio internazionale

Josè Mourinho e Mario Balotelli si sono parlati al telefono dopo il passaggio dell'attaccante dell'Inter al Manchester City. A rivelare il contatto tra i due grandi litiganti della scorsa stagione è stato il tecnico del Real Madrid. "Abbiamo parlato perchè ogni tanto mi piace sentire i miei ex giocatori - ha detto il portoghese - . Mi ha fatto qualche domanda sul calcio inglese e lui sa quello che penso di lui. Mario è un super talento, però abbiamo avuto i nostri problemi, ma sono felice che sa quanto gli voglio bene. Giusto per lui andare in Inghilterra? Non lo so - ha proseguito Mourinho -, secondo me il problema non era giocare in Italia o in Inghilterra. Il suo problema è più legato ad una mancanza di equilibrio. Lavorare con Mancini lo aiuterà molto, anche perchè lui già lo conosce molto bene".

Un altro grande talento allenato da Mourinho all'Inter è Zlatan Ibrahimovic. "Sinceramente non mi aspettavo un suo ritorno in Italia così rapidamente - ha commentato - , perchè quando lui è andato a Barcellona era molto motivato per vincere la Champions e il pallone d'oro. Zlatan è un giocatore fantastico per il tipo di calcio che si gioca in Italia". Con Ibra Mourinho avrà a che fare presto in Champions League. "Prima di tutto voglio cercare di giocare contro il Milan con 6 punti in tasca - ha detto l'allenatore del Real -. Se vinciamo anche contro l'Auxerre siamo in una situazione molto tranquilla. Devo ancora analizzare il Milan, però con i giocatori che ha e con la sua cultura vincente, mi sembra un avversario da rispettare". Infine uno sguardo alla sua carriera finora. "Dieci anni da allenatore sono passati troppo veloci - ha affermato Mourinho -. Sembra ieri, però ci sono tanti momenti belli, da ricordare, pochissimi momenti da dimenticare, tante vittorie importanti che è impossibile sceglierne una in particolare".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky