Caricamento in corso...
28 settembre 2010

L'arbitro Moreno "in uno stato di prostrazione assoluta"

print-icon
byr

L'ex arbitro ecuadoriano Byron Moreno, in carcere per droga

Lo ha assicurato il console ecuadoriano a New York, Jorge Lopez, che lo ha visitato in prigione. L'ex giacchetta nera era stato arrestato all'aeroporto con addosso sei chili di eroina per un valore di 400.000 dollari. GUARDA LE FOTO

Commenta nel forum di calcio internazionale

L'ex arbitro Byron Moreno, rinchiuso dal 21 settembre scorso in un carcere di New York dopo essere stato arrestato all'aeroporto con addosso sei chili di eroina per un valore di 400.000 dollari, si trova "in uno stato di prostrazione assoluta". Lo ha assicurato il console ecuadoriano a New York, Jorge Lopez che lo ha visitato in prigione.

"E' distrutto mentalmente, in preda alla tristezza e shoccato per tutto ciò che gli è accaduto", ha precisato oggi il diplomatico in un'intervista al canale statale Ecuador Tv. il console ha anche specificato che Moreno viene sottoposto a trattamento psicologico e che lui stesso gli ha smentito che, nei giorni scorsi, avesse trattato di suicidarsi come era corsa voce a Quito.

Il diplomatico ha anche reso noto che il padre e la sorella dell'ex arbitro si trovano a New York per occuparsi della sua situazione legale. Secondo i media, Moreno rischia una condanna a dieci anni di carcere. Non è da scartare però che possa "collaborare" con la giustizia Usa rivelando i suoi eventuali complici nel traffico di droga, come ha suggerito a suo tempo il procuratore antinarcotici di Quito, Jorge Solorzano.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky