29 settembre 2010

Beckham: "Ho chiuso con l'Europa, ma non con l'Inghilterra"

print-icon
bec

David Beckham è tornato dall'infortunio al tendine d'Achille

Becks, tornato da poco a giocare con la maglia dei Los Angeles Galaxy dopo l'infortunio al tendine d'Achille rimediato quando era nel Milan, chiude la porta ai club europei ma si candida per la nazionale inglese: "Ma non dipende da me"

Commenta nei forum

David Beckham non pensa al ritorno in un club europeo, ma non esclude di indossare di nuovo la maglia dell'Inghilterra. L'ex spice-boy è tornato da poco a giocare con la maglia dei Los Angeles Galaxy dopo l'infortunio al tendine d'Achille rimediato quando era nel Milan. Il fuoriclasse inglese è tornato nell'undici titolare contro i Red Bulls di New York venerdì scorso ed è rimasto in campo per tutti i 90'. La forma migliora e il pensiero vola alla nazionale.

"Discorso chiuso con l'Inghilterra? Io non lo direi, ma non dipende da me", dice Beckham in un'intervista sul sito ufficiale della Fifa. Dovrà convincere il ct Fabio Capello, che nei mesi scorsi ha lanciato segnali discordanti dapprima definendolo "troppo vecchio" e poi aprendo all'ipotesi di una nuova chiamata per Beckham. Il 35enne centrocampista ha indossato la maglia dell'Inghilterra per ben 115 volte: è il giocatore con più presenze dopo il portiere Peter Shilton.

"Voglio continuare a mettermi a disposizione della nazionale. E' tutto ciò che posso fare. Io amo giocare per il mio paese, l'ho fatto per 15 anni ed è ciò che volevo fin da bambino. Non so dire se la mia avventura in nazionale sia finita o meno, ma continuerò a lavorare sodo per tornare al top della condizione, che in questo momento e' la cosa più importante. Solo dopo ne sapremo di più". Alla domanda su un suo possibile ritorno in un club europeo, Beckham risponde: "Non penso. Mai dire mai, non posso escluderlo con certezza ma dopo il mio infortunio sono concentrato esclusivamente al lavoro da fare per tornare in forma".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky