01 ottobre 2010

Mou si cuce la bocca. E impone al Real la legge del silenzio

print-icon
mou

E' un Mourinho all'italiana... anche a Madrid dichiara guerra ai giornalisti (Getty)

Per il secondo giorno consecutivo gli allenamenti del Real Madrid si sono svolti a porte chiuse e senza la conferenza stampa di rito. E' questa la decisione presa dal tecnico dei Blancos dopo le recenti critiche dei media spagnoli

Commenta nel forum di calcio internazionale

Secondo giorno consecutivo di allenamenti a porte chiuse e senza conferenza stampa per il Real Madrid. E' la ''legge del silenzio'' voluta da José Mourinho, tecnico dei blancos, per difendere i suoi giocatori dalle recenti critiche dei media spagnoli, dovute principalmente ad un gioco non esaltante e ai pochi gol segnati in questi primi scampoli di stagione. Nessun allenatore nella storia del Real appare così lontano dalla stampa come lo Special One, i cui due giorni di totale silenzio sono stati decisi dopo la polemica conferenza stampa di lunedì sera,  quando il tecnico di Setubal ha abbandonato i giornalisti perché stanco delle insistenti domande sulla mancata convocazione del centrocampista Pedro Leon per la gara di Champions contro l'Auxerre.

Il Real ha poi vinto la partita per 1-0, cosa che però non ha  impedito la stampa iberica di criticare quasi all'unanimita' il gioco  espresso dalla squadra e a far continuare polemiche riguardanti l'assenza di Pedro Leon. Mourinho, che già in Italia aveva mostrato una certa insofferenza nei confronti della stampa, ha deciso quindi di chiudere le porte agli allenamenti e di impedire qualsiasi contatto tra i giocatori e gli organi di stampa, e oggi ha ripetuto nuovamente la stessa decisione.

"Mourinho abbassa il telone per blindare la squadra e garantire maggior concentrazione ai suoi giocatori", scrive oggi il quotidiano sportivo spagnolo Marca, quasi a giustificare le decisione prese in questi ultimi due giorni dall'ex allenatore di Inter e Chelsea. I giocatori, senza contatti con i giornalisti, parlano però attraverso i canali ufficiali del club. "Il nostro è un progetto a  lungo termine e siamo solo all'inizio", ha detto il difensore Alvaro Arbeloa in un'intervista pubblicata sul sito del Real. Mourinho invece continua a preparare la prossima partita della Liga, contro il Deportivo la Coruna, in totale silenzio.

Anche se domani, salvo decisioni improvvise, dovrebbe presentarsi in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti, come ogni vigilia di partita; un evento che in Spagna sta iniziando ad essere conosciuto come ''lo show di Mou''. Il portoghese  sta diventando l'unica immagine del club, l'unica voce della squadra che i tifosi del Real possono ascoltare.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky