15 ottobre 2010

Niente premio per gli spagnoli, parola di Guardiola e Mou

print-icon
bar

No secco. Guardiola e Mourinho hanno vietato ai Nazionali spagnoli il permesso per andare a Oviedo a ritirare l'ambito premio "Principe de Asturias"

I tecnici di Barcellona e Real Madrid, pur ritenendo il riconoscimento molto importante, non hanno autorizzato il viaggio ad Oviedo dei loro campioni del mondo per la cerimonia di consegna del "Principe de Asturias" alla Nazionale di Del Bosque

Secco 'no' di José Mourinho al viaggio dei nazionali spagnoli del Real Madrid la settimana prossima a Oviedo, per la cerimonia di consegna del premio 'Principe delle Asturie' alla nazionale campione del mondo. Il 'no', ha spiegato oggi il tecnico portoghese in conferenza stampa, "non è negoziabile". Il premio Principe di Asturie per lo sport, uno dei più prestigiosi in Spagna, sarà consegnato alla Roja dal principe Felipe di Borbone, l'erede del trono di Spagna, venerdì 23 ottobre, vigilia della partita del Real contro il Racing Santander. Cinque giocatori del Real campioni del mondo avrebbero dovuto partecipare alla cerimonia: il portiere Iker Casillas, capitano della Roja, Xabi Alonso, Raul Albiol Alvaro Arbeloa e Sergio Ramos.

Anche l'allenatore del Barcellona Pep Guardiola ha fatto sapere questo pomeriggio che non autorizzerà, come Mourinho, i nazionali blaugrana a spostarsi a Oviedo alla vigilia di una partita di Liga per ritirare il Premio Principe delle Asturie. "Non potranno assistere" alla cerimonia, ha detto ai giornalisti il tecnico del Barcellona, pur riconoscendo che "è un premio molto importante". Otto giocatori del Barcellona fanno parte della nazionale spagnola, quasi tutti della prima squadra che ha vinto la Coppa del Mondo in Sudafrica. Il sabato 24 ottobre il Barcellona è impegnato in trasferta contro il Saragozza.

Commenta nel Forum di calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky