20 ottobre 2010

Fine dell'avventura al Galatasaray per Rijkaard

print-icon
rij

L'esperienza turca di Rijkaard è giunta al termine (foto Ansa)

Il tecnico olandese, vincitore di una Champions come tecnico del Barcellona, ha risolto il suo contratto con la squadra turca dopo l'eliminazione in Europa League. Un esonero che lo accomuna alle fortune in panchina di Van Basten e Gullit

Commenta nel forum di calcio internazionale

Era decisamente il più forte dei tre, in panchina. Ma ora anche Frank Rijkaard inizia a conoscere i rovesci della vita da allenatore, come gli ex compagni olandesi nel Milan leggendario, Marco Van Basten e Ruud Gullit. Nel 2009 era stato esonerato dal Barcellona - dopo aver vinto due volte la Liga e una Champions League - e al suo posto Pep Guardiola era entrato subito nella storia. Ora Rijkaard ha risolto il contratto con il Galatasaray, ottavo in Turchia ed eliminato in Europa League. Allenare non è come giocare e i tre meravigliosi tulipani raccolti da Silvio Berlusconi negli anni '80-'90 lo stanno provando sulla propria pelle. Con risultati peraltro molto, molto diversi.

Rijkaard ha un curriculum di tutto rispetto, con in più alcuni tonfi clamorosi. Inizia a 36 anni nientemeno che con la nazionale olandese, che nel 2000 porta alla semifinale dell'Europeo in casa: sconfitta ai rigori con l'Italia in una partita pazzesca, tra le paratone di Toldo e il cucchiaio di Totti. Un trauma collettivo, Frankie si dimette subito. Poi è Sparta Rotterdam, retrocessione, prima nella storia, e licenziamento. Nel 2003 Rijkaard si prende il Barcellona di Juan Laporta: vince due campionati e la Champions 2005 con Ronaldinho. Viene esonerato a fine 2008 dopo un 1-4 con il Real. Il resto sono cose turche. Galatasaray e risoluzione del contratto.

Molto meno sfolgorante la carriera di Van Basten e Gullit. Anche il grande centravanti inizia sulla panchina dell'Olanda nel 2004, a 40 anni, anticipata dall'esperienza sulla panchina della squadra B dell'Ajax, nel 2004, ma nel 2006 esce agli ottavi del Mondiale. Nel 2008 agli Europei, dopo un girone fantastico, gli orange cadono ai quarti per mano della sorpresa Russia. Van Basten prende l'Ajax, ma fallisce l'accesso alla Champions e nel 2009 si dimette. Qualche mese fa ha rifiutato il Milan adducendo problemi alla caviglia che già gli accorciò la carriera da calciatore.

Infine Gullit. Partito come giocatore-allenatore al Chelsea, nella stagione '97-'98 va solo in panchina e viene esonerato. L'anno dopo va al Newcastle United, ma si dimette dopo 5 giornate con un solo punto in classifica. Poi allena la nazionale Under 19 olandese e fa il secondo di Dick Advocaat per quella maggiore agli Europei 2004. Quindi una stagione al Feyenoord, infine i Los Angeles Galaxy: dopo neppure un anno lascia, è l'agosto 2008. Da quel momento in poi nessun'altra panchina. La vita da calciatori per tutti e tre è stata sicuramente più semplice.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky