Caricamento in corso...
12 novembre 2010

L'allenatore del Gijon attacca Mourinho: "È un farabutto"

print-icon
mou

Mourinho in tribuna dopo l'espulsione in Coppa del Re con il Murcia. Rischia due o tre giornate di stop

"Gli dirò in faccia che non mi piace". Manolo Preciado accende la polemica in vista della sfida tra Real e Sporting G. Mou aveva contestato il turnover del tecnico spagnolo contro il Barça. Intanto arriva la squalifica: 2 giornate dopo il rosso in coppa

Mourinho espulso. La sua prima volta in Spagna

Liga, le elezioni spostano il Clásico tra Barcellona e Real


"Mourinho è un farabutto". Manolo Preciado, allenatore dello Sporting Gijon, non ricorre a
complicate figure retoriche per esprimere la propria opinione su José Mourinho. A due giorni dalla sfida con il Real Madrid, il tecnico dello Sporting spara a zero contro lo Special One, reo di aver accusato la formazione asturiana di aver "regalato" a settembre la vittoria al Barcellona nella sfida giocata al Camp Nou. In quella circostanza, Preciado schierò una formazione rimaneggiata rispetto all'undici titolare. "Ha detto che abbiamo regalato la partita giocata al Camp Nou. Forse era solo una battuta, ma poi l'ha ripetuta: se era uno scherzo, era pessimo. Se voleva provocare per avere una risposta dal Barcellona, non l'avrà. Se parla sul serio, è un  farabutto", dice Preciado.

Tutto qui? No, anzi. "Mourinho non mi piace e glielo dirò in faccia. Chi diavolo è questo tizio?", dice preparandosi ad  accogliere l'illustre collega portoghese. Mourinho, reduce dall'espulsione rimediata nell'ultima gara di Coppa del Re, non potrà accomodarsi in panchina. Lo Special One si siederà in tribuna, ma Preciado suggerisce un altro settore dello stadio. "Lo metterei tra gli Ultra Boys", dice facendo riferimento alla frangia più caliente del tifo dello Sporting. "Mourinho ha mancato di rispetto ad una società umile come lo Sporting. Domenica troverà un ambiente rovente".

Il venerdì nero di Mourinho è completato dalle  parole di Jaume Roures, presidente di Mediapro. Il numero 1 del gruppo che gestisce i diritti tv della Liga risponde al lusitano, secondo cui la sfida Barcellona-Real Madrid è stata posticipata a lunedì 29 novembre con l'obiettivo di favorire i catalani. "Non vale la pena  rispondere a Mourinho, è un maleducato. Molti club ci chiedono di  tener conto di determinati aspetti quando si tratta di stilare il  calendario. E questo vale anche per il Real Madrid", dice Roures  all'emittente RAC1. "Mourinho è così, si tratta di frasi teatrali. Non penso gli si debba dare troppa corda: il Real Madrid voleva giocare domenica (28 novembre, ndr) ma noi gli abbiamo detto che avremmo preso la decisione piu' opportuna", spiega ancora Roures snobbando lo show mediatico del portoghese, che in Spagna evidentemente fatica ad affascinare la  platea con il repertorio gia' offerto in Italia.

Squalifica
- Lo Special One si salva e non salterà il "Clasico". L'allenatore del Real Madrid è stato sanzionato per l'espulsione rimediata nel match di Coppa del Re contro il Murcia. Mourinho seguirà dalla tribuna le sfide di campionato contro Sporting Gijon e Athletic Bilbao. Lo Special One ritornerà al proprio posto in Barcellona-Real Madrid del prossimo 29 novembre. Le motivazioni della squalifica sono contenute nel referto dell'arbitro della partita di coppa: "Dopo che lo ho ammonito, mi ha detto: vai a cagare".

Barcellona-Real Madrid di lunedì 29 novembre.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky