Caricamento in corso...
02 dicembre 2010

Putin ringrazia la Fifa. "Corruzione? Accuse inaccettabili"

print-icon
put

Vladimir Putin nel corso della conferenza stampa di Zurigo, nel corso della quale ha ringraziato la Fifa

Il premier russo è giunto a Zurigo dopo la scelta della Russia come Paese organizzatore dei Mondiali di calcio del 2018. Aveva deciso di non assistere all'assegnazione per "evitare pressioni esterne" su Blatter. GUARDA LE FOTO E IL VIDEO

Commenta nel Forum del Calcio Internazionale

Il premier russo, Vladimir Putin, è giunto a Zurigo per ringraziare personalmente la Fifa per l'assegnazione alla Russia dei Mondiali di calcio del 2018. Putin ha assicurato che la Russia "farà tutto il possibile per organizzare un buon mondiale".

"La vittoria della Russia è un segnale di fiducia nei nostri confronti" ha detto Putin subito dopo aver appreso che la Russia ospiterà i Mondiali del 2018. "Il Paese farà tutto quello che ci sarà bisogno per organizzare l'evento ad un alto livello", ha aggiunto il primo ministro. Tuttavia, Putin ha ammesso che "ci sarà molto da fare - stadi, aeroporti, hotel e strade". "Ma questo - ha concluso - è una sfida, significa lo sviluppo del calcio mondiale".

Respinte con decisione le accuse di "corruzione" rivolte alla Fifa, che sono state definite "inaccettabili". "Alcune persone sono state accusate di corruzione, senza alcuna ragione, senza fondamento. Non era che un mezzo di pressione contro i membri della Fifa: è inaccettabile, un esempio di competizione sleale", ha dichiarato Putin, motivando la sua scelta di non recarsi a Zurigo in occasione del voto. "Abbiamo capito che dovevamo dare ai membri della Fifa la possibilità di prendere la loro decisione senza pressioni esterne e in maniera obiettiva", ha aggiunto, spiegando di aver dato istruzione al ministro dello Sport, Vitaly Mutko, di rappresentare questa sua posizione agli altri membri del comitato esecutivo della Fifa. "L'ho fatto per rispetto verso di loro", ha sottolineato Putin. Nei giorni scorsi la Bbc ha accusato tre membri del comitato esecutivo di aver ricevuto denaro nell'ambito di una vicenda di corruzione.

"Evviva, vittoria! Ospiteremo i Mondiali di calcio del 2018!". E' questo il commento postato sul proprio blog su Twitter del presidente russo Dmitri Medvedev subito dopo l'annuncio a Zurigo che la Russia organizzerà la Coppa del mondo di calcio del 2008. "Adesso - scrive il presidente - occorre prepararsi bene per organizzare questo evento e ottenere un buon risultato". "Russia, Russia, Russia". Così numerosi giovani hanno accolto in diversi bar di Mosca l'annuncio che la Russia ospiterà i Mondiali 2018. Tanti coloro che hanno poi sfidato il freddo (-17 gradi) e con in mano il tricolore sono andati per strada a festeggiare al grido di 'Russia, Russia, Russia'.

Un lungo boato in sala stampa, seguito dalle urla di gioia di un giornalista russo che ha dato la notizia a tutti: è stata accolta così anche ad Astana, dove è in corso il vertice dell'Osce, la decisione della Fifa. Festeggiamenti e scherzi tra colleghi hanno regalato un po' di leggerezza nella lunga notte di attesa per l'esito del difficile summit internazionale. Gioia ma anche disperazione da parte della folta delegazione dei giornalisti inglesi e spagnoli, subito canzonati dalla maggioranza dei rappresentanti dei media internazionali.

Rispettate dunque in pieno le previsioni dei bookmakers, che avevano aperto le scommesse sui paesi che avrebbero ospitato i prossimi Mondiali. Le quote - spiega l'Agicos - davano infatti favorite le due nazioni: la Russia si giocava a 2.10 contro il 2.37 dell'Inghilterra, il 5.00 di Spagna-Portogallo e il 34.00 di Olanda-Belgio.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky