Caricamento in corso...
05 dicembre 2010

Barça marziano: odissea e vittoria. Ma Mou protesta sempre

print-icon
puy

Il capitano del Barcellona Charles Puyol arriva di corsa in auto alla stazione di Barcellona (Getty)

I blaugrana avevano deciso di non partire per Pamplona per lo sciopero dei controllori di volo che ha paralizzato la Spagna. Le pressioni del Real hanno fatto cambiare idea alla Fedecalcio, così i catalani hanno giocato. E lo Special One non l'ha digerita

di Lorenzo Fontani

Fosse capitato in Italia, staremmo ancora a intervistare gli avvocati e discutendo preannunci di ricorsi. E se ne è parlato tanto, troppo anche in Spagna per un pomeriggio interminabile, vissuto sull'onda dei comunicati, delle diffide, delle precisazioni, ma anche di una folle corsa tra treno e pullman. 509 chilometri percorsi in quattro ore, dalle 16, partenza del treno per Saragozza, alle 20 ora d'arrivo in extremis per giocare la partita con l'Osasuna. Ma quando in campo hai i marziani tutto è possibile. 

Tre a zero e tutti a casa, non importa come. Era successo già una volta, in Champions league, quando c'era da affrontare a Milano l'Inter e volare sull'Europa era impossibile per volontà incontestabile del vulcano islandese. Non finì benissimo, ma nessuno invocò il trasferimento da gita scolastica come alibi.

Allora Mourinho era l'avversario diretto, stavolta Mourinho e il Real c'entrano, perché da Madrid è arrivata la protesta più violenta quando il Barça sul proprio sito ha annunciato che la partita non si sarebbe giocata per ragioni di forza maggiore, leggi sciopero che ha paralizzato gli aeroporti spagnoli. Dalla diffida della federazione alla partenza è passata un'ora o forse più, il tempo di convocare via cellulare i calciatori e partire come una squadra di dopolavoristi con l'ultimo treno utile. Quattro ore seduti e poi in campo: nessun medico prescriverebbe una cura così. A tutti, ma non ai marziani. Loro, sono dell'altro mondo.

Commenta nel forum di calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky