Caricamento in corso...
09 dicembre 2010

Moratti bastona l'Inter: tre ore ad Appiano senza sorrisi

print-icon
mor

Massimo Moratti serissimo, ormai ha poca voglia di scherzare

A giocatori e allenatore bastava guardarlo per capire quale fosse lo stato d'animo del presidente alla vigilia della partenza per Abu Dhabi al Mondiale per club. Ha parlato con tutti, anche con Benitez, ma nessun confronto diretto. LA FOTOGALLERY MONDIALE

La fotostoria delle ultime finali

Mondiale per Club, Inter Channel marca stretto i nerazzurri

Moratti ad Appiano: portatemi la Coppa

di Silvia Vallini

Quasi tre ore, nemmeno un sorriso. Per nessuno. A giocatori e allenatore bastava guardarlo per capire quale fosse lo stato d'animo del presidente. Il resto è stato proprio lui a dirlo in maniera determinata. Parole dure per scuotere la squadra, far capire che così non si raggiungono traguardi, che il tempo delle figure è finito. Ha parlato con tutti, anche con Benitez, ma non risulta che ci sia stato un vero e proprio confronto diretto con l'allenatore. Al tavolo del pranzo, con Moratti, c'erano Branca e Ausilio, uomini mercato, anche se il pensiero del presidente è altrove. Ad Abu Dhabi innanzi tutto, poi si vedrà.

Per il momento non vuole creare problemi, questo lo ha dichiarato pubblicamente giorni fa, ma quel che pensa e che succederà soprattutto in caso di sconfitta è noto a tutti. Benitez lo avverte, ma nei confronti della squadra non manifesta cedimenti, si dimostra positivo, non arrendevole come invece è stata l'Inter nelle ultime due partite in particolare, anche per scelte di formazione discutibili. Il passaggio dal passato all'oggi è stato traumatico per i giocatori, molte cose sono cambiate dalla comunicazione speciale alla preparazione, uno stravolgimento che non è stato assorbito ancora e che ha condotto a risultati negativi.

Forse anche a questo si riferiva Maicon quando diceva che gli infortuni non possono essere una scusa. E' una delle spiegazioni, ma c'è dell'altro. Però di questo ora Moratti non vuol sentir parlare. Parla lui, Zanetti, per svegliare e poi anche per incitare, incoraggiare la squadra a conquistare il Mondiale: "Ci tiene tanto, ci teniamo anche noi, conquistare il Mondiale...". E' stata una parte del discorso, di un incontro durato quasi tre ore, perché in viaggio verso gli Emirati l'Inter ricordi la faccia seria del presidente.

Guarda l'album dell'Inter

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky