Caricamento in corso...
13 dicembre 2010

Moratti: Benitez esonerato se vince Mondiale? Ma per favore

print-icon
mor

"Ma per favore, dai...", Massimo Moratti ha risposto così a chi gli chiedeva se il futuro di Benitez fosse già deciso

Mentre l'Inter si allena ad Abu Dhabi in vista della semifinale di mercoledì, il presidente risponde stizzito a chi gli chiede del futuro del tecnico spagnolo. Pandev: "Siamo carichi. Non vediamo l'ora di giocare. Finalmente siamo quasi tutti disponibili"

La fotostoria delle ultime finali

Mondiale per Club, Inter Channel marca stretto i nerazzurri

Moratti ad Appiano: portatemi la Coppa

Ha ostentato fiducia per l'avventura dell'Inter al mondiale di Abu Dhabi, Massimo Moratti, al suo arrivo questa mattina in un albergo del centro di Milano per l'assemblea di Lega. "Adesso mancano un paio di giorni, domani vado laggiù anch'io - ha detto il presidente nerazzurro - ma c'è un buon clima e finalmente Benitez ha a disposizione tutta la squadra". Moratti si è dimostrato particolarmente soddisfatto per il recupero di Julio Cesar: "Sono molto contento - ha detto - mi hanno detto che ieri la squadra ha fatto un buon allenamento che è molto importante per dare già un clima di grinta e di voglia di fare".

Al di là dell'esito del mondiale, c'è però chi dice che l'esonero di Benitez sia già deciso. "Ma per favore - ha risposto seccato il patron nerazzurro - c'è fiducia e si cerca di dare il meglio. Ora speriamo che i giocatori siano tutti in forma per poter ripetere quello che hanno fatto l'anno scorso". Sui primi avversari, i coreani Seongnam, Moratti dice di aver visto solo qualche spezzone della loro gara. "Comunque fanno paura, corrono molto". Il Milan ha preso il largo ma questa per ora non è la prima preoccupazione di Massimo Moratti. "In questo momento - dice - sto pensando al mondiale, però è chiaro che se noi non ci siamo loro vanno avanti con i punti". Infine una riflessione su Zlatan Ibrahimovic trascinatore dei rossoneri: "Sapevo che era forte e questo conferma quello che ho sempre pensato. Infatti noi l'abbiamo venduto per una cifra che è pari a quella che è la sua forza".

Squadra al lavoro - Prima delle due sedute odierne di allenamento per l'Inter all'Armed Forced Stadium di Abu Dhabi. Dopo una prima fase di riscaldamento e allungamento muscolare, la squadra ha svolto una serie di esercitazioni tecniche con lavoro specifico su velocità e dribbling. Ludovic Biabiany ha svolto gran parte dell'allenamento con i compagni, mentre Philippe Coutinho e Joel Obi hanno proseguito con il programma individuale di recupero, che già prevede lavoro aerobico sul campo. L'allenamento del gruppo è poi proseguito con una serie di partitelle a tema su campo ridotto con lavoro specifico su rapidità, intensità e pressing.

La carica di Pandev - "Non vediamo l'ora di giocare. Finalmente siamo quasi tutti disponibili e possiamo allenarci insieme. E' una bella sensazione per il gruppo che sta lavorando con un clima ideale e nel migliore dei modi". Così l'attaccante dell'Inter Goran Pandev ai microfoni di Inter Channel, al termine dell'allenamento di questa mattina ad Abu Dhabi. Nella squadra sudcoreana che i nerazzurri affronteranno in semifinale, gioca un suo ex compagno. Si tratta del difensore Sasa Ognenovski, papà macedone e madre australiana, che con Pandev ha partecipato a una convocazione della nazionale macedone, per una gara contro la Moldavia. "Lo ricordo come un bravo ragazzo e un buon difensore, sicuramente è uno da rispettare".

Anche Ivan Cordoba, mercoledì sera, ritroverà un ex compagno: si tratta del connazionale Mauricio Molina. "Aveva vent'anni quando è entrato in campo nell'ultima finale della Copa America 2001 che abbiamo vinto con la Colombia (ndr: rete decisiva proprio del nerazzurro). Ora gioca in una squadra che abbiamo già studiato, una formazione pratica, che associa la velocità tipica degli orientali alla forza fisica di alcuni stranieri e alla qualità, appunto, di un calciatore come Molina. E' un avversario organizzato e assolutamente da rispettare. Noi ci stiamo preparando tutti al meglio per essere Inter, in tutto e per tutto, in questi due importanti appuntamenti".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky