Caricamento in corso...
18 dicembre 2010

Inter campione: 3-0 al Mazembe. Ma Benitez rovina la festa

print-icon
int

Il momento tanto atteso: Zanetti alza al cielo la coppa del mondo per club

Mondiale per Club: Pandev sblocca l'incontro al quarto d'ora, Eto'o raddoppia, Milito spreca due occasioni d'oro nella prima frazione. A 5' dalla fine Biabiany chiude i conti. Nel post-partita allenatore polemico con Moratti. IL FOTORACCONTO DELLA PARTITA

Benitez al vetriolo: "Un rinforzo o parlino col mio agente"

Sfoglia l'album dei nerazzurri

L'Inter vince il quinto "titulo" del suo 2010 conquistando ad Abu Dhabi anche il Mondiale per Club. Mai in dubbio l'esito della finale contro i congolesi del Mazembe, grazie ai gol nei primi 20 minuti di Pandev ed Eto'o che hanno subito indirizzato la coppa verso Milano, sponda nerazzurra. Nella ripresa la rete di Biabiany chiude i conti e fa cominciare la festa.

Assente Sneijder Benitez cambia modulo, escludendo Stankovic e schieranzo Zanetti  a centrocampo con Cambiasso e Motta. Al quarto minuto la prima emozione la regala il "solito" pacifico invasore che viene bloccato dalla security dopo aver attraversato il campo da gioco mostrando una sciarpa del Milan, prossima probabile destinazione del suo idolo Antonio Cassano.

Al 13' un pallone in profondità di Eto'o trova impreparata la difesa congolese e Pandev è freddo a battere il portiere in uscita bassa. 5 minuti ed è già raddoppio: incursione di Zanetti e pallone in mezzo per Eto'o che controlla, si gira e batte con un rasoterra a fil di palo Kidiaba. Al 23' occasionissima per chiudere definitivamente la partita: Milito scatta sul filo del fuorigioco e, entrato in area, si fa ipnotizzare dall'estremo difensore del Mazembe prima che Kimwaki liberi definitivamente l'area di rigore. I congolesi ci mettono cuore e volontà ma poca tecnica, l'Inter si limita a controllare e ripartire cercando di sfruttare le amnesie difensive degli africani. Al 43' ancora una volta Milito, lanciato ottimamente in profondità da Pandev, si fa respingere la conclusione da Kimwaki. Al 47' brivido per i nerazzurri quando Kaluyituka si libera bene e conclude a rete, ma Lucio mura e il primo tempo si chiude sul 2-0.

Nella ripresa il Mazembe osa di più, inserendo un altro attaccante nel tentativo di ribaltare il risultato. Al 9' Benitez risponde inserendo Stankovic per Chivu, abbassando Zanetti sulla linea dei difensori e tornando al 4-2-3-1. L'Inter si fa pericolosa nelle ripartenze: Maicon è straripante sulla fascia al 59' ma la sua conclusione colpisce il palo esterno. Un minuto dopo Milito manca la zampata a pochi passi dalla linea di porta. Il Mazembe ci prova ancora al 63' ma c'è molta confusione nelle azioni dei "Corvi"; dal canto suo l'Inter si limita a non correre rischi dietro e a sruttare la buona vena di Eto'o. Al 69' entra Biabiany per Milito. Tre minuti dopo un'azione prolungata tra Eto'o e Maicon manda il brasiliano al cross, ma Biabiany non riesce spingere in rete il pallone del 3-0. Al 35' altro brivido lungo la schiena del popolo interista: Kaluyituka si presenta tutto solo davanti a Julio Cesar, prova ad aggirare il numero 1 nerazzurro ma incespica e perde il tempo giusto per colpire a rete. A 5' dal triplice fischio Stankovic pesca a centro area Biabiany, che è freddissimo nel saltare Kidiaba e realizzare a porta vuota il gol del 3-0 che chiude definitivamente la partita. Dopo 2' di recupero, è festa Inter: i nerazzurri sono Campioni del Mondo per club.

La "finalina" - Nella finale di consolazione invece l'Internacional di Porto Alegre ha battuto 4-2 i coreani del Seongnam e si è classificato al terzo posto. Le reti dei brasiliani sono state segnate da Tinga al 15' e da Alecsandro al 27', da D'Alessandro al 52' e ancora da Alecsandro al 71'. Entrambi del colombiano Molina i gol del Seongnam, all'84' e al 93'.

Guarda anche:
Mourinho, cuore Inter: "Deve vincere il Mondiale"
Dal Congo avvertono l'Inter: "E' un Mazembe senza paura"
Mondiale per Club, Inter in finale: 3-0 al Seongnam


Commenta nel Forum dell'Inter

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky