Caricamento in corso...
31 dicembre 2010

Cannavaro tira le somme: "2010 amaro, ma a Dubai sto bene"

print-icon
can

L'ex capitano della Nazionale, oggi difensore dell'Al-Ahli, si confessa ai microfoni di Sky Sport dalla sua dimora sul mare a Dubai: dalla delusione del Mondiale al suo futuro nella dirigenza della Juve. GUARDA L'INTERVISTA ESCLUSIVA

Le pagelle di fine anno: i migliori e i peggiori del 2010

"Buon 2011 da Dubai". Fabio Cannavaro sta bene, sotto il sole degli Emirati Arabi: il mare su cui si affaccia la sua casa fa da cornice alla sua ultima intervista del 2010, in cui fa un bilancio generale del nostro calcio e un bilancio personale. "Il Mondiale è andato malissimo, ma qualcuno ha goduto più per il Sudafrica che per il successo in Germania. C'è da lavorare, prendere giovani nuovi e dare fiducia a un movimento che piano piano sta emergendo, ma ci vuole tempo".

"A Dubai la gente segue di più il calcio inglese o la liga spagnola - racconta Cannavaro - ma quando le squadre italiane si presentano sul posto tutti impazziscono". La Juventus è la prima società ad avere il suo stadio e questo è un passo in avanti, ma guardando all'estero ci accorgiamo di essere indietro".

Cannavaro spende parole anche su Cassano e Leonardo, assoluti protagonisti di questo passaggio dal 2010 al 2011, riconoscendo al tecnico nerazzurro la tranquillità che gli può permettere di fare bene. E tanti auguri di Buon Anno da Fabio Cannavaro.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky