Caricamento in corso...
31 gennaio 2011

Sul ponte sventola bandiera bianca, per Mou un lunedì nero

print-icon
mou

Un imbacuccato (e imbarazzato) José Mourinho dopo il ko con l'Osasuna in campionato

Dopo il ko con l'Osasuna il suo Real Madrid è scivolato a -7, di fatto a -8 sempre che non batta con più di 5 gol di scarto il Barca al Bernabéu a metà aprile. La Liga è andata, scrivono in Spagna, e con essa il primo "titulo " della stagione. LE FOTO

Commenta nel forum di Calcio Internazionale

di Christian Giordano

Sul ponte sventola bandiera blanca, forse troppo presto. Manita a parte, è il primo lunedì nero del Mourinho merengue. Il suo Real è scivolato a -7, di fatto a -8 sempre che non batta con più di 5 gol di scarto il Barça al Bernabéu a metà aprile. La Liga è andata, scrivono in Spagna, e con essa il primo "titulo " della stagione.

Che per il caudillo portoghese potrebbe essere l'unica al Madrid se non completerà la "remuntada" sin qui riuscita solo a Capello, nel 2007. "Don" Fabio recuperò 5 punti nelle ultime tre giornate e vinse il titolo solo per la differenza-reti negli scontri diretti con il Barcellona (2-0 al Bernabéu, 3-3 al Camp Nou). Evento, quest'anno, improbabile.

A Pamplona, però, non sono mancati gli alibi. Dall'atteggiamento intimidatorio ai due palloni per tre volte in campo al Reyno de Navarra. Dove l'Osasuna ha perso solo una volta: indovinate con chi? Il Barcellona dei record. Il Pep è a 15 vittorie consecutive nella Liga. Una più del Real di Di Stefano nel 60-61.

Un anno fa, invece, dopo 21 giornate, il vituperato Pellegrini aveva un punto in meno di José, ma in tutta la stagione non è mai sceso sotto il -5 dal Barça. Il direttore generale Valdano fa sapere al suo separato in casa che il Real non molla mai. Quattro anni fa rosicchiò 2 punti con l'Almeria e 3 proprio con l'Osasuna. Stavolta sarà dura far ammainare la bandiera blaugrana. Ma se c'è uno che può farcela, quello è "don" José.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky