Caricamento in corso...
05 febbraio 2011

Mourinho: "Inter nel cuore, ma resto a Madrid"

print-icon
mou

Il tecnico del Real Madrid ribadisce il suo affetto per l'Inter, ma chiarisce che rispetterà il contratto di 4 anni con la squadra spagnola

Il tecnico del Real esclude un ritorno in nerazzurro: " Ho un contratto di 4 anni in Spagna, e cercherò di rispettarlo. In futuro si vedrà. Ma tornare ora in Italia, no". Sull'ex squadra: "Voglio che vinca sempre, con qualunque allenatore"

Niente ritorno in Italia nel futuro immediato di Josè Mourinho: il tecnico portoghese del Real Madrid ha detto di escluderlo alla vigilia della partita di Liga contro la Real Sociedad. "Tornare in Italia? No. Ho un contratto di 4 anni con il Real Madrid, e cercherò di rispettarlo. In futuro si vedrà. Ma tornare ora in Italia, no" - ha risposto ai cronisti che lo interrogavano sulle voci circolate nelle ultime settimane al riguardo. Le cose è vero ora sono cambiate. Sulla panchina dell'Inter è arrivato Leonardo, e la squadra si riavvicina alla vetta della classifica. E a Madrid Mou ha ottenuto il nuovo "numero 9' che chiedeva da tempo con insistenza, il togolese Emanuel Adebayor, il suo "nemico interno" il dg Jorge Valdano ha fatto un passo indietro e la squadra è arrivata anche se laboriosamente alla finale della Coppa del Re, dove se la vedra' il 20 aprile con il Barca. Ha cambiato il modo di parlare del suo futuro".

"Il mio futuro non ha nulla a che vedere con i risultati sportivi", ha risposto Mou. "In questo momento posso dire che sono contento": "non sono nel club perfetto, perché non esiste, ma io neppure sono un allenatore perfetto, percheé neanche l'allenatore perfetto esiste". Ma, ha insistito, "sono contento della mia situazione". La stampa spagnola segnala che per Mourinho aprile sarà probabilmente il momento della verita'. Il Real dovrà giocare la partita di ritorno di Liga contro il Barcellona, che ora è davanti di 7 punti - anche se "matematicamente" potrebbe rimontare ha detto oggi Mou - poi la finale di Coppa sempre contro i blaugrana. E se blancos e catalani supereranno gli ottavi di Champions in aprile ci saranno le partite dei quarti, e non e' escluso che il sorteggio metta le due grandi di Spagna una contro l'altra anche in Europa.

Tre "tituli" quindi che potrebbero giocarsi in meno di un mese, e determinare se a fine stagione il portoghese rimarrà a Madrid o se ne andrà: sui giornali si fanno i nomi dei due Manchester, United e City, meno di una ipotesi Inter. Lui intanto ha ribadito di avere la squadra nerazzurra "nel cuore": "Voglio che vinca sempre, con qualunque allenatore. sono contento perché le cose vanno bene, ma non intendo fare apprezzamenti sul lavoro di Leonardo, o di Benitez".

Commenta nel Forum del Calcio Internazionale


Guarda anche:
Mourinho, signore del calcio: "Italia stressante ma bella"

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky