Caricamento in corso...
19 febbraio 2011

Pelé snobba Ronaldo: "Falcao era meglio di lui..."

print-icon
200

Pelè abbracciato a Ronaldo dopo la finale dei Mondiali 2002 (Getty)

O Rei punzecchia il Fenomeno: "Fossi stato in lui mi sarei ritirato nel 2009. E' stato uno dei più grandi, ma Garrincha, Tostao e l'ex romanista vengono ricordati anche se non hanno avuto la sua copertura mediatica". LE FOTO

Le foto: tutte le donne di Ronaldo

Un ritiro che unisce tutti nella celebrazione del Fenomeno? Non proprio. Anzi, l'addio al calcio di Ronaldo è stato snobbato dal più grande calciatore brasiliano di sempre, quel Pelé idolo anche di Ronie: "Ronie è stato uno dei più grandi calciatori della storia grazie anche al fatto che ha giocato nell'era delle telecomunicazioni". Ma a suo dire migliori del Fenomeno sono stati, oltre allo stesso Pelé, "Garrincha, Tostao e perfino Falcao, che è stato veramente il re di Roma. Loro sono ricordati anche se, quando giocavano, non c'era tutta la copertura mediatica di oggi". Come se tali punzecchiature non bastassero, Pelé ha anche assicurato: "Se io fossi stato al posto di Ronaldo mi sarei ritirato nel 2009. Era il momento ideale. Comunque non si può certo dire che Ronaldo abbia fallito".

Pelé ha parlato anche dei prossimi Mondiali e dell'organizzazione che sta tardando: "Il Brasile sta correndo il grande rischio di farci fare una figuraccia, per il modo in cui sta portando avanti l'organizzazione dei Mondiali del 2014. Ne ho parlato con Platini ed un suo gruppo di persone: anche loro sono preoccupati". Secondo Pelé, i principali problemi sono "la costruzione degli stadi che è in ritardo, San Paolo che non ha ancora cominciato a muoversi per il suo impianto e tutti i problemi che abbiamo con gli aeroporti". "Anche la gente della Fifa si chiede cosa stia accadendo in Brasile", ha aggiunto O Rei.

Commenta nel Forum del Calcio Internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky