Caricamento in corso...
24 febbraio 2011

Napoli, Pepito Rossi accende la sfida: "Passa il Villareal"

print-icon
giu

L'attaccante del Villareal sarà il pericolo numero uno per il Napoli in Europa League (Getty)

La stella degli spagnoli, in un'intervista a El Pais, sul ritorno dei sedicesimi di Europa League di stasera al Madrigal: "Contro i partenopei sarà uno scontro di stili". E snobba il calcio italiano: "Dietro la Premier, la Liga e la Bundesliga". LE FOTO

Sfoglia l'Album del Napoli

"Contro il Napoli sarà uno scontro di stili: a noi piace passare e spostarci, il possesso palla, loro sono una squadra che corre molto, molto fisica": insomma, prevede, una bella partita. E' un agguerrito Giuseppe Rossi quello che dovranno aspettarsi i tifosi partenopei stasera al Madrigal, per il ritorno dei sedicecisimi di Europa League (all'andata finì 0-0). "Il calcio italiano sta dietro la Premier - spiega - la Liga e la Bundesliga. Cesare Prandellli sta prendendo un'altra strada, come si è visto contro la Germania visto che ha chiamato Giovinco, Cassano e me".  "Negli ultimi anni - aggiunge nell'intervista a "El Pais" - si cerca un giocatore più fisico e si è pagato perché il calcio è cambiato e le squadre che vincono sono quelle che tengono la palla" dice Rossi, che proprio per questo è contento di essere al Villarreal.

"Da piccolo - racconta l'azzurro - ero tifoso del Milan di Sacchi e di Capello perché mio padre era molto tifoso e ogni domenica mattina vedevamo le partite. Culturalmente mi sento nordamericano, mi piacciono tutti gli sport: il baseball, il football americano e il basket. Cosa ho di italiano? Il caffè non mi piace, il vino neppure. Sono un po' particolare. La pasta mi piace, mia madre e mia nonna la cucinano molto bene. Quando sono in vacanza, si parla molto e si gioca con le carte italiane. E come se vivessimo in Italia", ha detto Rossi aggiungendo di avere molta nostalgia della sua famiglia.

Commenta nel forum del Napoli

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky