Caricamento in corso...
15 marzo 2011

Altro che Messi, in Europa avanzano vecchietti e giganti

print-icon
pat

Peter Crouch, uno dei calciatori europei più alti

Secondo l'ultimo studio demografico sui calciatori delle prime divisioni europee, in rose di 24 elementi vi sono solo 5 ragazzi con meno di 21 anni e 8 atleti oltre i 185 cm di altezza. Ma il Pallone d'Oro lo ha vinto la Pulce. LE FOTO DI NANI E GIGANTI

Guarda le foto dei piccoletti del calcio

Quando a Lionel Messi è assegnato, per la seconda volta consecutiva, il pallone d'oro, battendo sul filo di lana i compagni di squadra Iniesta e Xavi, poteva sembrare che la statura dei tre giocatori (1.70) e il fatto di arrivare dalle giovanili di un club, fosse la nuova tendenza del calcio europeo. Ma i tre fenomeni del Barcellona sono solo un'eccezione, come dimostra l'ultimo Studio Demografico dei Calciatori Europei, svolto dalla OFP, al suo terzo anno di pubblicazione.

Secondo lo studio un club europeo di prima divisione conta in  media su una rosa di 24.5 giocatori, dei quali solamente cinque hanno meno di 21 anni. E solo 5,7 sono formati all'interno del club. Di media, otto giocatori superano l'1.85 di altezza, lo stesso numero  viene da fuori del paese, 1,1 sono brasiliani, e 11,2, quasi la metà della squadra, sarebbe emigrato all'estero almeno una volta nella sua carriera. Rispetto alla prima rilevazione del 2008, sono aumentati sia l'età media che l'altezza media dei giocatori, nello specifico c'è stato un aumento di 4 mesi di età media e +0,28 centimetri di  altezza. La percentuale di giocatori stranieri (33,6%) è aumentata rispetto al 2009, ma rimane al di sotto del livello raggiunto nel  2008, quando questi giocatori rappresentavano più del 35%. Lo studio ha analizzato 13.108 calciatori professionisti di 534 club in 36 paesi.

"Direi che in linea generale i risultati dell'ultimo studio seguono la stessa tendenza di quelli precedenti", ha dichiarato Raffaele Poli, direttore dell'OFP, a FIFA World. "Ma ci sono alcune sorprese, come per esempio la percentuale dei giovani giocatori dell'Europa dell'Est formati nei rispettivi club che è scesa drasticamente, con un aumento dei giocatori stranieri simile al resto d'Europa. Una situazione che va approfondita".

I principali paesi che forniscono giocatori ai più grandi campionati europei sono il Brasile (577), seguito dalla Francia (261) e dall'Argentina (233). Quarto posto per la Serbia (213), seguita da  Portogallo (124) e dalla Nigeria (115). E' motivo di riflessione anche un altro fenomeno: è più probabile diventare un calciatore professionista se si nasce nei primi tre mesi dell'anno. Più del 35 percento dei giocatori analizzati di 21 anni o meno erano nati nei mesi di gennaio, febbraio o marzo.

Commenta nel forum del calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky