Caricamento in corso...
28 marzo 2011

La Libia oggi torna in campo: "Per dimenticare la guerra"

print-icon
all

La Nazionale della Libia, nonostante la guerra, oggi giocherà in Mali contro le Isole Comore

La Nazionale di Marcos Paquetà affronterà le Isole Comore in una gara valida per le eliminatorie di Coppa d'Africa. Per ragioni di sicurezza, l'incontro verrà disputato a Bamako, in Mali. Il ct: "Cerchiamo di superare il trauma"

"Con i giocatori della Libia stiamo facendo un lavoro psicologico molto intenso, per superare il trauma della guerra". Lo ha rivelato ai media del suo paese il commissario tecnico della nazionale libica di calcio, il brasiliano Marcos Paquetà. La Libia, nonostante la guerra in corso nel paese, tornerà in campo oggi, affrontando la selezione delle Isole Comore in una partita delle eliminatorie della Coppa d'Africa che, per ragioni di sicurezza, verrà giocata sul campo neutro di Bamako, capitale del Mali.

Paquetà ha parlato da Tunisi, dove la nazionale libica si è radunata in questi giorni per prepararsi alla partita. E' fuggito da Tripoli il 23 febbraio scorso, via Roma, imbarcandosi su un volo Alitalia per San Paolo. Non è più tornato in Libia, e dal Brasile si è spostato direttamente in Tunisia. Con la sua squadra si trasferirà in serata nel Mali.

"Torniamo in campo per superare certi traumi - ha detto ancora Paquetà - e per far dimenticare la guerra. E' un trauma, pensate solo che alcuni dei miei giocatori sono nativi di Bengasi". Alla domanda se abbia più avuto contatto con Saadi Gheddafi, figlio del leader libico ed ex calciatore di Perugia e Udinese e della stessa nazionale (di cui era diventato anche l'autentico padrone), Paquetà ha risposto di non sapere dove si trovi il suo ex datore di lavoro in questo momento, e ha poi aggiunto che spera di poter tornare presto a Tripoli.

Guarda anche:
Tutte le news sulla Libia
LO SPECIALE: Dalle proteste di piazza alla guerra nel Mediterraneo

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky