Caricamento in corso...
08 aprile 2011

Medioriente, quando vanno in fuorigioco i diritti umani

print-icon
ala

Ala Hubail, bomber della nazionale del Bahrain, è stato arrestato per avere manifestato contro la dinastia reale (Getty)

Sei calciatori della nazionale del Bahrain sono stati arrestati per avere manifestato contro la dinastia regnante. E oggi in Italia esce il film "Offside", che racconta di quanto sia difficile, per una donna in Iran, seguire una partita allo stadio. VIDEO

Guarda anche:
Obama telefona al re del Bahrain: "Basta violenze"
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it
Dalla Libia al Kuwait: la mappa delle proteste

Cronache dal Golfo, dove calcio, politica e diritti umani fanno spesso a cazzotti. E dove non sempre "fare a cazzotti" è una metafora. Ciò che è accaduto ad alcuni calciatori del Bahrain, in questo senso, è piuttosto significativo.

Il bomber della nazionale, Ala Hubail, e altri sei calciatori professionisti sono stati infatti arrestati a Manama per aver partecipato alle proteste democratiche nel piccolo Paese del Golfo. Gli arresti, di cui ha dato notizia il presidente dell'associazione giovanile del Bahrain per i diritti umani, Mohamed al Maskati, risalgono a martedì scorso, dopo che la tv locale aveva trasmesso immagini di alcuni sportivi che manifestavano per chiedere limiti ai poteri della dinastia regnante sunnita. Altri 20 calciatori sono stati sospesi. Hubail è il più famoso giocatore del Bahrein ed era stato premiato alla Coppa d'Asia del 2004.

Curiosamente, la notizia degli arresti è arrivata ieri, mentre oggi in Italia uscirà un film che parla, di nuovo, di calcio e diritti umani nella zona del Golfo. Si tratta di Offside, l'ultimo lavoro del regista iraniano Jafar Panahi già Leone d'Oro a Venezia con Il cerchio nel 2000: la pellicola, girata nel 2006, esce solo oggi nelle sale italiane e racconta la storia di un gruppo di ragazze che si travestono con abiti maschili per entrare allo stadio e vedere la partita Iran-Giappone, ma vengono scoperte e rinchiuse in una specie di recinto da cui, però, possono sentire le urla dei tifosi ma sono condannate a non vedere la partita. Una partita di calcio, la passione per uno sport e una legge che come altre in Iran nega alle donne alcuni dei diritti concessi agli uomini, i temi di questa commedia a sfondo calcistico, commedia sì ma che fa riflettere. Proprio come fa riflettere ciò che è accaduto ai calciatori della nazionale del Bahrain.

Il trailer di Offside:

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky