Caricamento in corso...
07 aprile 2011

Europa League, goleada del Villarreal. A segno anche Rossi

print-icon
spo

Il Villarreal di Giuseppe Rossi ha affondato il Twente 5-1 nei quarti di Europa League (Getty)

Nell'andata dei quarti la squadra spagnola ha battuto il Twente 5-1, al 10' della ripresa va in rete anche l'italiano. Bene le portoghesi: il Porto affonda lo Spartak Mosca, il Benfica vince 4-1 contro il Psv Eindhoven. Dinamo Kiev-Sporting Braga 1-1

Europa League, eliminati Mancini e Spalletti

Villarreal e Porto a valanga, il Benfica cala il poker e solo Dinamo Kiev-Braga resta in equilibrio. Questi i verdetti nell'andata dei quarti di finale di Europa League, dove l'unico italiano ancora in corsa, Giuseppe Rossi, continua a tenere alti i colori azzurri. C'è anche la sua firma, infatti, nel netto 5-1 con cui al "Madrigal" il Sottomarino Giallo travolge il Twente. Partita già chiusa nella prima frazione, con Marchena che apre le marcature al 22' e l'uno-due di Borja Valero e Nilmar nel finale di tempo. Al 10' della ripresa il sigillo di Rossi mentre negli ultimi minuti arrivano la seconda rete di Nilmar e il gol della bandiera siglato da Janko per il 5-1 che proietta il Villarreal in semifinale.

Traguardo vicino anche per il Porto, eventuale prossimo avversario del Sottomarino Giallo, che con lo stesso risultato risolve la pratica Spartak Mosca. Al "Dragao" i russi reggono 38 minuti, poi Falcao (tripletta alla fine per lui) apre le marcature e il Porto, fresco di titolo nazionale, dilaga. Finisce anche qui 5-1, con Varela e Maicon che completano l'opera mentre allo Spartak resta la magra consolazione della rete di Kombarov.

A un passo dalla semifinale anche il Benfica. Nella rivincita della finale della Coppa dei Campioni '88 i lusitani mettono al tappeto il Psv Eindhoven con un netto 4-1. Aimar apre le danze, Salvio (doppietta) e Saviola in pieno recupero arrotondano la vittoria, con Labyad a segno per gli olandesi. Il Portogallo può comunque sognare di presentarsi in semifinale con ben tre squadre perché il Braga esce con un prezioso pareggio dalla trasferta di Kiev. La gara si era messa male per gli ospiti, con la Dinamo che passa in vantaggio al 6' con Yarmolenko ma sette minuti dopo ecco il pari per il definitivo 1-1 grazie a un autogol di Husyev. Per il Braga anche qualche rimpianto visto che al 16' della ripresa gli ucraini restano in dieci: espulso l'ex milanista Shevchenko, che rimedia due gialli in otto minuti. Gare di ritorno in programma giovedì prossimo.

Commenta nel Forum del Calcio Internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky