Caricamento in corso...
15 aprile 2011

Ancelotti: "Il Chelsea mi esonera? Nessun problema"

print-icon
spo

La panchina di Carlo Ancelotti è in bilico. L'ipotesi Roma per il suo futuro potrebbe prendere piede

Scotta la panchina del tecnico emiliano, soprattutto dopo l'eliminazione dalla Champions: "Resterei, ma se vogliono cambiare... Vengo da un Paese dove non si pensa che la continuità sia la soluzione giusta". Roma l'ipotesi per il futuro. IL VIDEO

Se a fine stagione il Chelsea deciderà di esonerarlo, per Carlo Ancelotti non ci sarebbe "nessun problema". Il tecnico dei Blues lo ha detto in conferenza stampa rispondendo alle domande sul suo futuro, dopo l'eliminazione con il Manchester United nei quarti di Champions League. "Non so qual è il mio futuro - ha detto l'allenatore, che a Roma molti sognano di vedere sulla panchina giallorossa con l'arrivo della nuova cordata americana guidata da Thomas DiBenedetto -. A fine stagione credo che il club deciderà se io continuerò qui o se vogliono che io cambi. Se non sono contenti possono cambiare senza problemi. Questo per me non è un problema".

Ancelotti ha confermato di aver parlato con il patron del club londinese, il magnate russo Roman Abramovich. L'anno scorso il Chelsea ha vinto Premier League e FA Cup, quest'anno la Champions era l'obiettivo primario. "Naturalmente questa non e' una buona stagione per noi - ha ammesso Ancelotti - ma abbiamo ancora sette partite per controllare la situazione". Per i Blues adesso diventa primario riuscire almeno a qualificarsi per la prossima Champions, che - come ha detto Alex Ferguson - è "l'ossessione" di Abramovich.

Attualmente il Chelsea è terzo in classifica a quattro punti dall'Arsenal e con soli due punti di vantaggio sul Manchester City. 

Guarda anche:

Lippi sogna in Blues: "Mi piacerebbe allenare il Chelsea"
Carletto saluta la Champions. Man Utd e Barça in semifinale

Commenta nel Forum del Calcio Internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky