Caricamento in corso...
14 maggio 2011

Buenos Aires, la Bombonera si prepara per il Superclasico

print-icon
boc

Domenica, a partire dalle 20.30 italiane, Boca e River si scontrano in un match che vedrà in campo vecchie glorie (Palermo, Riquelme, Matias Almeyda) ma anche giovani speranze che potrebbero infiammare il prossimo calciomercato, come Erik Lamela

di EMILIANO GUANELLA
da Buenos Aires

Non bastano più di trecento partite per spiegare la mistica del Superclasico argentino. Boca Juniors contro River Plate, bosteros contro gallinas: una delle rivalità più sentite e più belle nella storia del calcio mondiale, che si consuma ancora una volta nello splendido scenario della Bombonera di Buenos Aires. Un derby infinito, gli annali parlano di 122 vittorie del Boca contro 106 del River e 102 pareggi in più di un secolo, la prima sfida risale al lontano 2 agosto del 1908 sui campetti spelacchiati della Boca, a pochi passi dal porto dove arrivavano i transatlantici pieni di emigrati.

Le due squadre non stanno certo attraversando un buon momento, il Boca è lontano dalla vetta e fuori dai posti per le coppe, il River ha solo 5 punti di distacco dalla capolista Velez ma lotta per non retrocedere nella complicata classifica basata sui tre ultimi campionati. Mancano poche giornate alla fine del torneo clausura e un passo falso potrebbe farlo finire agli spareggi per non finire in serie B. Tempi difficili, ma il fascino della sfida resta intatta, non solo per i tifosi locali.

In campo, come sempre, andranno vecchie glorie (Palermo, Riquelme, Matias Almeyda) ma anche giovani speranze che potrebbero infiammare il prossimo calciomercato. Primo fra tutti Erik Lamela, classe 1992, trequartista abile e veloce, che si è conquistato rapidamente un posto da titolare nella squadra allenata da Juan Josè Lopez. Su Lamela è molto interessato il Milan, Braida ha iniziato a tentare il presidente Passarella lo scorso mese di dicembre, ma si fatica a trovare un accordo sui numeri: da Buenos Aires chiedono venti milioni di euro, a Milano sono disposti a pagarne al massimo quattordici. Il Kaiser ha previsto un viaggio in Italia a fine mese per risolvere una delle mille grane da pelare nella sua gestione, il cartellino del portiere Carrizo, per il quale la Lazio chiede sei milioni di euro. Carrizo, che ha avuto un buon rendimento in Argentina e ha anche riconquistato un posto nel giro della nazionale, anche se parte svantaggiato per la Coppa America rispetto a Romero e Andujar, ha detto di essere cosciente del fatto che quello di domenica potrà essere il suo ultimo Superclasico: “Passano le settimane e qui al River non si mettono d’accordo con i dirigenti della Lazio, potrei andarmene a fine campionato”.

Sulla lista dei nomi da tenere d’occhio in chiave calciomercato c’è anche Manuel Lanzini, 18 anni, centrocampista ordinato e preciso, anche lui possibilmente in campo dal primo minuto. Fisico da mezzapunta, è l’uomo-assist ideale per servire proprio Lamela ed è stato la scorsa stagione il beniamino del tecnico Angel Cappa, lo scopritore ai tempi dell’Huracan del talento di Javier Pastore. Sempre in casa River sta facendo molto bene il difensore centrale Jonatan Maidana, ex Boca, che lotta per un posto nella selección alla prossima Coppa America. Maidana ci spera, pur avendo davanti giocatori consolidati come Burdisso, Gabi Milito ed Otamendi.

Abbastanza decaduto l’enano (nanorettolo) Buonanotte, già acquistato per la prossima stagione dal Malaga, che è stato escluso all’ultimo momento dalla lista dei convocati. In forse la presenza in campo da titolare di Rogelio Funes Mori, altro talento adocchiato dal Benfica ma anche alla Fiorentina. In casa Boca i talenti scarseggiano. Sarà l’ultimo grande derby del gigante Martin Palermo, molto dipenderà, come quasi sempre, dall’estro capriccioso e a intermittenza di Riquelme. Se Roman è in vena, la partita gira intorno a lui; se annaspa il Boca rimane acefalo. L’esterno Monzon, già comprato dal Nizza, sarà in campo dal primo minuto e va sicuramente vigilato. L’attaccante Mouche è l’eterna promessa non ancora sbocciata, più interessante invece l’esterno sinistro classe 1990 Nicolas Colazo, che si è conquistato la maglia da titolare per la partita più attesa dell’anno.

Ovviamente sarà il tutto esaurito con prezzi da bagarini alle stelle. I 4.500 biglietti messi in vendita su internet per i tifosi del River sono stati spazzati via in due minuti. Per i tantissimi stranieri pronti a pagare follie c’è il tour Boca Experience, visita al quartiere con tradizionale panino alla salsiccia, biglietto in curva e foto ricordo per il modico prezzo di 500 dollari. Roba da matti, roba da Superclasico!

Commenta nel forum del calciomercato

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky