Caricamento in corso...
25 maggio 2011

La Juve saluta Neville e vince contro il Manchester United

print-icon
nev

Neville e Del Piero, due stelle del calcio internazionale a confronto ieri sera all'Old Trafford (Getty)

Festa grande all'Old Trafford per la partita dell'addio al calcio del gallese dopo 602 presenze tra i Red Devils. Del Piero applaudito dai tifosi inglesi. I bianconeri vincono 2-1 grazie alle reti di Pepe e Giandonato, Man U a segno con Rooney

Tutto sul Manchester United

Hanno voluto esserci a tutti i costi nonostante tra quattro giorni li attenda una straordinaria finale di Champions: è lo spirito anglosassone e l'affetto che lega Brian Gigg e Wayne Rooney a Gary Neville, a lungo loro compagno, che ieri sera all'Old Trafford ha giocato contro la Juventus la partita dell'addio al calcio, dopo 602 presenze tra i reds. E non a caso il gol del vantaggio del Manchester è passato dal piede del gallese per servire l'inglese, un giochetto da ragazzi per perforare i bianconeri. E' stata festa totale, con vecchie (si fa per dire) glorie come Beckham, Scholes e Butt, oppure ex reds di lusso come Owen e il fratello di Neville, Philip. Ferguson ha comunque evitato la partita a una decina di titolari, per non rischiare. All'inizio della cerimonia, Neville si è presentato con i due figli piccoli in braccio, passando tra due ali di folla (gli ex compagni e i bianconeri) che applaudivano, per poi ricevere dal mitico sir Alex una targa e tre disegni che raffigurano il terzino quando è in campo.

Tra i bianconeri, assai applaudito Del Piero (andato vicinissimo al gol), un avversario temuto e stimato dei sei scontri in cinque anni tra le due formazioni. Il pari della Juve in chiusura di tempo, cross di Krasic e incornata di Pepe. La Juve non ha sfigurato, ma certo ha fatto impressione vedere che gli inglesi comandavano il gioco a piacere nonostante cinque ex in campo e senza nove titolari. Ripresa un po' più equilibrata con il Manchester B in campo e la Juve che rinuncia anche a Del Piero per Filippo Boniperti. Dopo qualcosa come sedici cambi complessivi, ci scappa anche il gran gol di Giandonato su punizione: palla che batte sul palo opposto e prenota un posto al sole da Conte. Probabilmente, giocherà parecchie partite, perché ha confermato di essere il miglior giovane del vivaio juventino. Gary Neville esce a cinque minuti dalla fine e la commozione è inevitabile, ma la stempera con un sorriso.

Commenta nel forum del calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky