Caricamento in corso...
06 giugno 2011

Inghilterra, Capello non si muove: "Io non mi dimetto"

print-icon
fab

Fabio Capello, ct dell'Inghilterra, risponde alle critiche con un secco "Non mi dimetto"

Dopo il pareggio contro la Svizzera sono state numerose le critiche rivolte al ct, in scadenza di contratto nell'estate 2012. E a chi lo invita a lasciare la panchina della nazionale risponde sereno: "Rivolgete la domanda al presidente. Io resto qui"

FOTO: La Nazionale dell'era Prandelli - Sulle tracce di Prandelli: la fotostoria del ct azzurro -

NEWS
- Scandalo scommesse, tutti gli aggiornamenti


Investito da una nuova bufera di critiche e insulti, Fabio Capello resiste e ribadisce: "Non mi dimetto". E' bastato il pareggio casalingo contro la Svizzera, sabato a Wembley, per ridare fiato ai numerosi e agguerriti critici del ct dell'Inghilterra che non hanno perso l'occasione per stigmatizzare le scelte del tecnico italiano.
"Incapace", "inutile", "senza idee", questi alcuni degli appellativi rivolti a Capello dopo il pari che pure mantiene l'Inghilterra (a pari punti con il Montenegro) prima nel Gruppo G di qualificazione a Euro 2012.

In scadenza di contratto nell'estate 2012 Capello ha già fatto sapere che dopo il prossimo Europeo finirà la sua avventura inglese. Ma solo dopo, non prima. Così ha risposto a chi lo invitava alle dimissioni. "Io via dalla panchina inglese? E' una domanda che dovete rivolgere al presidente (David Bernstein). Io resto qui. E' il mio lavoro e continuerò a fare tutto il possibile per migliorare".
A fine gara Capello aveva giustificato la prestazione non brillante dei suoi con la stanchezza di fine stagione. Un calo di energie che - promette - non si ripeterà: "Quando giocheremo in ottobre sarà tutta un'altra storia", ha dichiarato Capello.

Guarda anche:
La Svizzera spaventa l'Inghilterra, a Wembley è 2-2

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky