Caricamento in corso...
23 giugno 2011

Russia, banane contro Roberto Carlos. E lui lascia il campo

print-icon
rob

Brutto episodio di razzismo durante una partita del campionato russo tra il Samara e l'Anzhi Makhachkala. Il brasiliano ha abbandonato la partita senza aspettare il fischio finale: "Non ho nessuna voglia di continuare a giocare". GUARDA IL VIDEO

Un tifoso ha lanciato una banana al brasiliano Roberto Carlos durante una partita a Samara (Russia, regione del Volga) tra la sua squadra, l'Anzhi Makhachkala, e una formazione locale. Il gesto è stato deplorato dai due club e dalle autorità calcistiche russe. L'incidente è avvenuto ieri sera, al 90° minuto del match, valido per la 15/a giornata del campionato, mentre gli ospiti erano in vantaggio per 3-0. Roberto Carlos ha raccolto il frutto e l'ha tirato verso la tribuna, prima di lasciare il campo senza aspettare il fischio finale.  "Uno stadio non è un posto per il razzismo", ha detto l'Anzhi Makhachkala in un comunicato diffuso sul suo sito, invitando a identificare e punire l'autore del "gesto abominevole".

Il brasiliano ha poi detto al quotidiano Sport Express di essere "profondamente deluso" e di non avere "nessuna voglia di continuare a giocare". "Atti del genere non devono essere tollerati nei Paesi civili", ha aggiunto. La televisione russa ha mostrato Roberto Carlos che, espressione grave in volto, lasciava il campo dopo l'incidente; poi seduto in panchina, con un asciugamano intorno al capo, apparentemente scosso da singhiozzi.

Il club di Samara ha presentato le sue scuse a Roberto Carlos, promettendo di "fare tutto il possibile per trovare e punire il mascalzone che ha insultato questo calciatore meraviglioso e rispettato". La Lega di prima divisione russa si è detta "indignata" per il gesto "vergognoso", invitando i tifosi a non permettere di "disonorare il football russo"; mentre l'Unione calcio si é impegnata ad avviare un'inchiesta e punire il colpevole "nel modo più severo".

Quello di ieri sera è il secondo gesto del genere contro Roberto Carlos: nel marzo scorso un tifoso a San Pietroburgo aveva agitato davanti a lui una banana prima dell'inizio della partita tra il Makhachkala e lo Zenit, allenato da Luciano Spalletti. Il club della metropoli baltica è stato condannato ad una ammenda di 300 mila rubli (circa 7.500 euro), mentre al tifoso è stato vietato di assistere alle partite della squadra. A 38 anni, Roberto Carlos, campione del mondo con il Brasile nel 2002, è una delle stelle del massimo campionato russo.

Commenta la notizia nel forum del Calcio Internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky