Caricamento in corso...
25 giugno 2011

Copa America, nel ritiro della Seleçao non c'è più religione

print-icon
jul

Nel ritiro del Brasile sono ammessi i pastori tedeschi, ma non i pastori evangelici. La Federazione non ha un buon ricordo della loro presenza costante in Sudafrica

Il ct Mano Menezes ha esplicitamente proibito l'ingresso di esponenti religiosi a Los Cardales, la stazione climatica dove la Nazionale brasiliana si allena. La proibizione non si estende comunque al tempo libero dei giocatori

Foto: Copa America, astri e le stelle nascenti - Celo, manca... le figurine Panini di Copa America

VIDEO: La Copa America di Shakira, il video "Rabiosa" in anteprima

Copa America, così tutte le emozioni solo su Sky


GIOCA SUBITO AL FANTACOPA!

Copa America 2011 - lo Speciale - il Calendario

La religione resta fuori dal ritiro della Seleçao brasiliana che si prepara per la Coppa America in Argentina, al via il 1° luglio. Il ct Mano Menezes ha esplicitamente proibito l'ingresso di esponenti religiosi a Los Cardales, la stazione climatica dove la Nazionale brasiliana si allena. Il divieto è rivolto in particolare al pastore evangelico Anselmo Alves, che ai Mondiali 2010 in Sudafrica - con il ct precedente, Dunga, e i devoti Kakà e Felipe Melo - era una presenza costante, visto il numero di fedeli della confessione tra i giocatori. La proibizione non si estende comunque al tempo libero, quando i giocatori possono ottenere conforto religioso se lo desiderano.

Anche la Federcalcio brasiliana (Cbf) ha adottato la linea dura sulla questione religiosa. Saranno proibite tutte le manifestazioni di fede in campo, le preghiere esagerate o le frasi religiose sulla magliette sotto la maglia verdeoro. Anche la preghiera collettiva della squadra radunata in circolo in mezzo al campo prima della partita non sarà più ammessa, dopo che la Fifa ha protestato con la Cbf.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky